I musei scientifici dell’Università di Perugia raccolti in un volume

Nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari ed ambientali, presso il complesso monumentale di San Pietro di Perugia, il 23 ottobre è stato presentato il volume Naturalia e artificialia. Musei, raccolte e collezioni dell’Università degli Studi di Perugia e i videoclip “Cams – Mondi a portata di mano”. Il volume (Aguaplano editore), curato da Cristina Galassi, direttrice del Cams (Centro di Ateneo per i musei scientifici) dell’Università di Perugia, racconta l’attuale realtà dei musei e delle raccolte dell’Università perugina documentando anche il lavoro svolto in questi ultimi anni per la loro valorizzazione e conoscenza.

Dal 2014 al 2019 infatti il Cams è stato impegnato nel far conoscere e promuovere i musei universitari di Perugia nel territorio regionale, ma anche nazionale e internazionale, perseguendo due obiettivi prioritari: da un lato allestire museograficamente e aprire al pubblico le storiche collezioni dell’Ateneo; dall’altro veicolare all’esterno il progetto educativo e comunicativo dei musei scientifici.

Attualmente sono otto i musei scientifici: la Gipsoteca Greca e Romana, a Palazzo Pontani(Perugia), presso il Dipartimento di Lettere dell’Università di Perugia, l’Orto botanico e l’Orto medievale nel complesso benedettino di San Pietro a Perugia. A Casalina di Deruta sono aperti la Galleria di matematica, la Galleria di Storia naturale, il Laboratorio di Storia dell’agricoltura e il Museo di Anatomia umana. Mercoledì 30 ottobre, alle ore 17, presso il Polo museale di Casalina di Deruta, verrà inaugurato l’ottavo museo, il Laboratorio di Scienze veterinarie e zootecniche.

Il video “Cams – Mondi a portata di mano”, realizzato da Massimiliano Trevisan, racconta in sintesi, grazie a bellissime immagini, gli spazi espositivi e le varietà di contenuti che è possibile trovare negli otto musei. Sono stati prodotti un videclip generale, della durata di 100 secondi, che raccoglie gli otto principali spazi espositivi e otto videoclip brevi, della durata di 25 secondi, dedicato a ciascun orto e museo.

M. A.

LASCIA UN COMMENTO