I Vescovi umbri parlano ai giovani su Youtube

I Vescovi dell’Umbria invitano i giovani a partecipare al prossimo incontro mondiale dei giovani che si terrà a Madrid nell’estate 2011, e lo fanno con un video su Youtube (www.youtube.com/watch?v=LgOoiH3qGGo). “I nostri vescovi, attraverso Youtube – commenta don Riccardo Pascolini, responsabile dell’ufficio diocesano della Pastorale giovanile di Perugia e Città della Pieve –, scelgono di raggiungere tutti (a casa, al lavoro, nel tempo libero…), scommettendo sul Web per annunciare la gioia dell’incontro e della fede”. I vescovi Renato Boccardo, Vincenzo Paglia, Domenico Sorrentino, Domenico Cancian, Giovanni Scanavino, Mario Ceccobelli, Gualtiero Sigismondi e Gualtiero Bassetti su Youtube esortano con un linguaggio semplice ed immediato i giovani umbri a seguire Gesù insieme a migliaia di loro coetanei provenienti da tutto il mondo. Il messaggio è stato postato su Youtube alla vigilia del 25° anniversario della prima Giornata mondiale della gioventù (Gmg), quando Giovanni Paolo II invitò a Roma giovani da tutto il mondo il 25 marzo 1985. Ancora in tema di pastorale giovanile, è in corso in questi giorni, dal 24 al 28 marzo a Rocca di Papa (Roma), il 10° Forum internazionale dei giovani, centrato sul tema “Imparare ad amare”. L’iniziativa è del Pontificio consiglio per i laici; vi partecipano circa 250 persone da oltre 80 Paesi e da una trentina di movimenti dei cinque Continenti. La scelta del tema, l’amore – si legge in una nota del Pontificio consiglio – pone al centro della riflessione “una parola essenziale nel linguaggio di Dio”, presente in modo costante anche negli interventi, fino alle encicliche, di Benedetto XVI. “La via privilegiata per conoscere Dio è l’amore, ripete spesso il Santo Padre; anche tra gli uomini, si conosce realmente in profondità l’altro solo se c’è amore, se si aprono i cuori”. Il tema scelto per questo 10° Forum, riprende, dunque, questo elemento fondamentale e lo traduce in un percorso formativo ed educativo che si collega ai nove Forum precedenti.