Il 7° Festival internazionale del giornalismo

A Perugia dal 24 al 28 aprile. Tutti gli eventi, incontri, presentazioni, laboratori... saranno a ingresso gratuito

Tempo di lettura: 95 secondi

Festival-Internazionale-Giornalismo-PerugiaSi tiene a Perugia dal 24 al 28 aprile la 7a edizione del Festival internazionale del giornalismo. Cinque giorni di incontri, presentazioni di libri, laboratori, documentari, concorsi e mostre (programma completo sul sito www.festivaldelgiornalismo.com). Al centro della manifestazione, la crisi attraversata dalla carta stampata. “Forse mai come in questo periodo – sottolineano gli organizzatori – il giornalismo tradizionale comincia pesantemente ad arrancare. Sul terreno del digitale, non ha ancora saputo trovare una via d’uscita alla crisi economica e un’alternativa profittevole al calo delle entrate derivanti da inserzioni e vendite”. Si registra infatti “una sostanziale disaffezione della cittadinanza nei confronti delle produzioni giornalistiche, soprattutto nei giovani” dove si calcola che vi sia solo un 6% di lettori tra i ventenni. Quanto ai contenuti, sono “orientati sempre più al mobile, dove però Google e Facebook detengono da soli quasi il 70% delle entrate pubblicitarie”. Proprio per favorire la massima partecipazione, a differenza di tante manifestazioni simili, l’ingresso sarà gratuito a tutti gli eventi. A renderlo possibile sono stati gli sponsor: accanto a quelli istituzionali – Comune, Fondazione PerugiAssisi, Ordine dei giornalisti nazionale e regionale, Camera di commercio di Perugia, e quest’anno anche il Parlamento europeo -, da ricordare Unicredit e Tim. I volontari, tra studenti e aspiranti giornalisti, che renderanno possibile l’organizzazione concreta, provengono da tutto il mondo: dalla A (Australia) alla Z… anzi alla U (Ucraina). Tra i numerosi incontri-dibattiti previsti nel corso della manifestazione, in questa sede ne ricordiamo due in particolare. Mercoledì 24, alle ore 15 in sala del Dottorato (chiostro della cattedrale di Perugia), “Raccontare il cammino”: i pellegrinaggi visti dai mass media, con la partecipazione – tra gli altri – di un giornalista di Famiglia cristiana, una giornalista di Avvenire e un collega di Tv2000. Lo stesso giorno alle ore 16.30 presso la sala Raffaello dell’hotel Brufani, “Cyberteologia: fede e rivoluzione digitale”; tra i relatori, un giornalista del Sole 24 Ore e il direttore di Civiltà cattolica, padre Antonio Spadaro.