Il libro che attendevamo

Diocesi. Finalmente, per la prima volta, la storia millenaria della diocesi, scritta dal vescovo emerito mons. Pietro Bottaccioli

Tempo di lettura: 109 secondi

Sintesi di cinque anni di lavoro, è uscito in questi giorni il volume del vescovo emerito mons. Pietro Bottaccioli La diocesi di Gubbio. Una storia ultramillenaria, un patrimonio culturale, morale, religioso ineludibile, edito da Tmm e da Città ideale, con il patrocinio della Colacem. Una pubblicazione attesa con legittimo interesse considerato il valore dell’autore, il suo rigore di studioso attento e preparato, abituato ad affidare al riscontro di rigorose documentazioni la ricostruzione delle varie vicende, descrivendole poi con lo stile asciutto e piano del giornalista capace di farsi comprendere con immediatezza. Un’attesa che non è andata delusa: in undici capitoli, 622 pagine, moltissime fotografie, una lunga elencazione delle fonti bibliografiche, ha ricostruito la ultramillenaria storia diocesana. Si incomincia con “Il profilo storico della diocesi di Gubbio dalle origini alla fine del ’700”, partendo dalla celebre lettera di Innocenzo I al vescovo Decenzio (19 marzo 416), testimonianza di una Chiesa che da tempo si era costituita in Gubbio. Si prosegue poi con gli altri capitoli che sviluppano un cammino che conduce ai giorni nostri attraverso un percorso dove inevitabilmente la vicenda religiosa si incrocia con quella sociale e storica, dando al volume il valore di una indagine a tutto tondo relativa al territorio diocesano e non solo. Interessante la testimonianza del vescovo mons. Mario Ceccobelli, cui spetta la “intuizione” di valorizzare le competenze del suo precedessore per colmare una lacuna e per mettere a disposizione dell’intero movimento storico-culturale un contributo importante. “Il vescovo Pietro – scrive Ceccobelli – è stato protagonista degli eventi civili e religiosi svoltisi in quel periodo straordinariamente ricco di cambiamenti che ha segnato la storia dell’Europa, dell’Italia e di Gubbio. Anche in diocesi don Pietrino, come gli eugubini ancora oggi lo chiamano, era un prete che si notava per l’attività pastorale innovativa. Da queste considerazioni è nato in me il desiderio di proporre al vescovo emerito di scrivere la storia della Chiesa diocesana. In questo volume egli ci presenta la storia della Chiesa di Gubbio negli ultimi due secoli del secondo millennio ed ha voluto inserire all’inizio un excursus breve, ma completo, che va dalle origini della diocesi fino all’epoca napoleonica. Un lavoro come questo mancava al patrimonio della Chiesa eugubina”.

AUTORE: Giampiero Bedini