Il Vescovo invitato a tornare a scuola

Visita pastorale. Dopo Prepo, Ponte della Pietra e San Faustino è il turno della 3a Unità pastorale

Tempo di lettura: 162 secondi

La visita pastorale alla Zona 1 – Perugia città da parte dell’arcivescovo Giuseppe Chiaretti sta svolgendosi a ritmo intenso. Nella prime due settimane di ottobre il Vescovo si è recato nella quarta Unità pastorale che comprende le parrocchie di Prepo – Ponte della Pietra e San Faustino. Il programma che ha visto impegnato l’Arcivescovo è stato ricco di appuntamenti. Tutti gli incontri sono stati molto coinvolgenti, sia quelli riservati alle comunità parrocchiali nella loro interezza che quelli interessanti specifiche realtà ed aggregazioni ecclesiali. Molto partecipate le celebrazioni eucaristiche: quella di accoglienza nella chiesa della Madonna delle Grazie in via Caprera, quelle di domenica 10 a Prepo e a Ponte della Pietra e quella conclusiva ancora in via Caprera, con la presenza di tutti i gruppi di preghiera. Gli incontri con i giovani (entusiasmante il loro spettacolo su San Giovanni Bosco), i movimenti (Cammino neocatecumenale e Rinnovamento nello Spirito), i catechisti, i bambini e i ragazzi, le comunità religiose esistenti nel territorio, i gruppi sportivi, il Circolo “Giorgio La Pira”, il Gruppo Famiglia di Prepo, i Consigli pastorali e per gli Affari economici, i gruppi Scout hanno provocato grande interesse. Bello l’incontro con il mondo del lavoro svoltosi presso il Mercato ortofrutticolo. Non numerosissime le presenze, ma molto significative. Uno degli operatori presenti nel ringraziare il Vescovo per la visita così si è espresso: “Sono 35 anni che lavoro in quest’ambiente: è la prima volta che qualcuno si interessa di noi e di quello che facciamo”. Il Vescovo ora ha iniziato la visita alla 3a unità pastorale che comprende le parrocchie di San Raffaele in Madonna Alta, San Barnaba, Case Bruciate. La prima settimana è stata dedicata alla comunità di San Raffaele. Domenica scorsa, dopo l’accoglienza, il Vescovo durante l’Eucarestia ha celebrato la cresima per 20 ragazzi più un adulto di 40 anni. Tra gli incontri più significativi il pranzo con un gruppo di famiglie giovani con proposte di cammini di fede per famiglie, l’assemblea dei collaboratori della parrocchia, l’incontro con i gruppi di preghiera, la visita agli Istituti delle Suore di Gesù Redentore, la messa animata dagli Scout, l’incontro con il movimento dei Cursillos di Cristianità, la visita ad alcuni malati, l’incontro con le tre Caritas parrocchiali, riunite insieme. La conclusione ha visto i giovani impegnati in una “festa” per il Vescovo, che ha cenato con loro. Significativi l’incontro con i proprietari e le maestranze dell’Industria dolciaria Piselli e soprattutto quello con i ragazzi dell’Istituto professionale di Stato per i servizi commerciali e turistici “Blaise Pascal”. I ragazzi, divisi in due gruppi, per fasce di età, hanno rivolto al Vescovo numerose domande su argomenti di loro interesse ed attualità: la pace, le guerre, l’atteggiamento della Chiesa nei confronti delle stesse, la sessualità, il problema delle famiglia, del matrimonio, delle coppie di fatto (anche tra gay) e altri ancora. Il Vescovo ha risposto proponendo le posizioni che da sempre la Chiesa ha su tali tematiche. È stato grande l’interesse dei ragazzi, vista anche la disponibilità del Vescovo a recepire i loro quesiti. La preside Rosella Neri e diversi docenti hanno convenuto di approfondire nel lavoro in classe le tematiche sollevate, per poi verificare le conclusioni a cui saranno arrivati a fine anno, invitando il Vescovo a partecipare a tale verifica.

AUTORE: Gianni Fabi