Incredibile show al Metastasio

Ad Assisi il nuovo spettacolo della compagnia teatrale di Carlo Tedeschi, tra varietà e cabaret

Tempo di lettura: 106 secondi

Domenica 29 maggio il sipario del teatro Metastasio di Assisi si è chiuso su “L’incredibile show”, sapiente assemblaggio di varietà e cabaret. Coreografie di Carmelo Anastasi e Gianluca Raponi, regia di Carlo Tedeschi che, insieme agli artisti della sua compagnia teatrale, ha valorizzato le polivalenti capacità del protagonista Corrado Sillitti, veramente “talentuoso” come più volte rimarcato in palcoscenico dall’avvincente Pulcinella (Francesco Tròilo). Una costruzione teatrale divertente e dinamica. “Un’espressione di lode alla vita e una testimonianza di fede”: così si è espresso il vicario episcopale alla cultura mons. Vittorio Peri che è solito offrire sostegno agli attori, associandosi anche alla loro preghiera poco prima dello spettacolo. Grazie all’impegno dello stesso e di p. Vittorio Viola (presidente della Caritas diocesana), grazie alla disponibilità della confraternita di S. Giuseppe, con il convinto assenso del vescovo Sorrentino, la compagnia di Carlo Tedeschi dispone attualmente di una comune residenza in località Capodacqua d’Assisi. La compagnia settimanalmente provvede ad animare l’adorazione eucaristica e il rosario presso la parrocchia di S. Maria Maggiore e vari incontri in ambito territoriale. Nessuno deve ipotizzare “velleità catechistiche”, anche se nei musical proposti è sempre presente un messaggio spirituale. Corrado Sillitti vanta un prestigioso curriculum: musicista, compositore, cantautore, gratificato a 22 anni da premi e riconoscimenti oltre che dalla partecipazione a trasmissioni televisive e radiofoniche nazionali. È proprio Sillitti, originario di Caltanisetta, a raccontarci brevemente, in compagnia del conterraneo Cruz Brancacci, la sua giovane esperienza maturata in seno alla propria famiglia. Sin da bambino trascorreva interi pomeriggi a strimpellare il pianoforte rasserenando la madre Rosa. Cantante la sorella Marianna come il padre Fernando; insegnante di pianoforte la nonna Marianna. E un diploma in pianoforte ha conseguito lui stesso presso l’istituto superiore di studi musicali “V. Bellini”. Polistrumentista: autodidatta per mandolino e basso; studi privati per chitarra, fisarmonica e sax. Un sodalizio proficuo con Francesco Miceli. Risale al 2009 l’incontro con Carlo Tedeschi e quindi l’origine di una collaborazione concretizzatasi nello spettacolo “L’incredibile show”. “Mi sono inserito senza difficoltà nella compagnia, accolto da persone che condividono i miei valori” ha confidato Corrado, artisticamente virtuoso e umanamente apprezzabile per modestia e affabilità.

AUTORE: Francesco Frascarelli