Iscrizioni on line: si parte!

Scuola. Già dal 27 gennaio sarà possibile iscriversi al sito del Ministero dell’Istruzione. Entro febbraio le preiscrizioni alle scuole e la scelta dell’ora di religione

Tempo di lettura: 141 secondi

Primo-giorno-di-scuolaFebbraio è il mese delle pre-iscrizioni scolastiche ovvero della scelta della scuola che si vorrà frequentare nel prossimo anno scolastico. Per i ragazzi della terza media è il momento della decisione del “cosa farò da grande” tra desideri e incertezze nella scelta dei possibili corsi presenti sul territorio. La preiscrizione è anche il momento della conferma della prosecuzione degli studi nella scuola che già si sta frequentando o della scelta di cambiare. Infine, ma non ultimo, è il momento in cui le famiglie scelgono se i loro figli frequenteranno l’insegnamento della religione cattolica o se seguiranno un corso alternativo tra quelli offerti dalla scuola o non frequenteranno proprio. Per i genitori è un momento impegnativo di decisioni che riguardano il futuro dei propri figli e per le scuole anche, non solo per quanto riguarda l’organizzazione della scuola ma anche perché al termine delle procedure di iscrizione i dirigenti scolastici dovranno verificare se tutti gli alunni che frequentavano le ultime classi del proprio istituto hanno presentato la preiscrizione al ciclo di studi successivo e se non l’avessero fatto dovranno contattare le famiglie per verificare se lo studente ha interrotto gli studi o li proseguirà presso scuole paritarie o non paritarie o presso centri di formazione professionale, assolvendo così all’obbligo di istruzione fino al 18° anno di età. La legge consente anche l’“istruzione parentale” sotto la responsabilità dei genitori. Dallo scorso anno le iscrizioni al primo anno delle scuole statali di ogni ordine e grado, avvengono esclusivamente in modalità on line all’indirizzo www.iscrizioni.istruzione.it. Per l’anno scolastico 2013-14, secondo i dati pubblicati dell’Ufficio scolastico regionale, in totale gli iscritti nelle scuole di ogni ordine e grado dell’Umbria sono 119 mila 575. Il servizio offerto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) è una procedura nuova ed interattiva creata per “accompagnare le famiglie nel percorso d’iscrizione: dalla registrazione alla compilazione ed inoltro del modulo di iscrizione, dalla scelta del percorso di studio alla ricerca della scuola desiderata”. Le procedure di iscrizione si apriranno il 3 febbraio ma già dal 27 gennaio sarà possibile registrarsi al sito. Con questo sistema il Ministero, e successivamente le amministrazioni locali che si occupano di scuola, avranno un’idea precisa del numero d’iscritti per l’anno scolastico a venire. Una domanda però sorge spontanea: chi non ha internet o non sa usare un computer, cosa deve fare? Nessun problema. Basta rivolgersi alla segreteria della scuola di riferimento ed il personale provvederà ad effettuare la pratica, sempre via web. All’interno del sito si possono consultare anche le guide e le spiegazioni per l’orientamento del dopo diploma (media inferiore e superiore) e tutte le offerte di formazione professionale riconosciute a livello nazionale ed europeo. Il Miur è presente anche attraverso i social network più diffusi (Facebook e Twitter), con informazioni utili e aggiornate.

AUTORE: Andrea Coli - Maria Rita Valli