La Fiaccola benedettina in Francia

Norcia. L’edizione 2013 della Fiaccola di san Benedetto

Tempo di lettura: 134 secondi

La benedizione della fiaccola a Norcia nel 2010
La benedizione della fiaccola a Norcia nel 2010

Marzo è il mese in cui la primavera bussa alla porta, la natura si risveglia e le giornate si allungano aumentando le ore di luce. Proprio la luce di san Benedetto, quella Fiaccola di pace e solidarietà nata oltre vent’anni fa con l’intento di propagandare l’unità dell’Europa con break extra-continentali negli Stati Uniti, in Russia e in Australia, viene accesa venerdì 8 marzo alle ore 18 nella cripta della basilica di San Benedetto a Norcia, al canto dei solenni vespri dei monaci.

Inizierà il suo percorso proprio dalla casa natale dei santi Benedetto e Scolastica e arriverà fino in Francia: il 15 all’abbazia di Saint Benoit sur Loire, dove sembra sia custodito il corpo del Patrono d’Europa, ed il giorno seguente a Parigi per essere accolta nella cattedrale di Notre Dame da mons Andrè Armand Vingt-Trois (salvo impegni romani legati al Conclave) che, insieme all’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo, celebrerà la messa pontificale. Il percorso della Fiaccola benedettina sarà condiviso con le delegazioni dei Comuni di Cassino e Subiaco, luoghi-culto per la vita del monachesimo benedettino, dove sosterà rispettivamente nei giorni 9 e 10 marzo prima di partire alla volta della Francia.

“Mi piace ricordare don Mario – dice il sindaco di Norcia Gian Paolo Stefanelli – che, parlando del monachesimo benedettino, paragonava Norcia alle radici, Subiaco all’albero, Cassino al frutto. L’accensione dalla sua casa natale pone la nostra città come fonte di luce per l’Europa. È occasione per tutti i nursini di rinverdire in questo giorno quei valori di unità, fratellanza e cultura che il nostro santo Patrono ha propagandando in Europa e nel mondo attraverso i monasteri”.

In terra francese, oltre agli appuntamenti liturgici, è previsto anche un workshop per la promozione dei luoghi di san Benedetto presso l’Istituto di cultura italo-francese e l’accoglienza della delegazione presso l’Ambasciata italiana a Parigi.

L’arrivo, o meglio, il suggestivo rientro della fiaccola a Norcia sarà mercoledì 20 marzo, intorno alle 19.30, dopo che avrà sostato nell’abbazia dei Santi Felice e Mauro di Sant’Anatolia di Narco e nell’abbazia di Sant’Eutizio di Piedivalle di Preci, attesa dalla delegazione dei monaci del monastero.

Il 21 marzo poi il suggestivo Corteo storico, ideato oltre quarant’anni fa da mons. Armando Petrelli recentemente scomparso, sfilerà per le vie della città ad omaggiare il Patrono d’Europa per poi entrare in chiesa alle ore 11 per la solenne celebrazione eucaristica presieduta da mons. Boccardo, dal priore del monastero di Norcia padre Cassian Folsom e dall’abate della basilica di Ottobeuren, città gemellata con Norcia nel nome di Benedetto, auspicio per l’Europa tutta.

AUTORE: Paolo Millefiorini