La Georgia offre musica

Domenica 8 febbraio concerto sinfonico di beneficienza

Tempo di lettura: 127 secondi

L’orchestra giovanile ‘Zakaria Paliashvili’ di Tbilisi si esibirà a Spoleto, presso il Teatro nuovo, domenica 8 febbraio alle ore 17. Si tratta di un concerto sinfonico di beneficenza, che ha l’obiettivo di mostrare come la terra georgiana – di grande, antichissima tradizione culturale, colpita dalla tragica e nefasta guerra dello scorso agosto – non si trova solo nella necessità di chiedere, ma è anche in grado di offrire la bellezza del naturale talento artistico di cui il popolo di san Giorgio è particolarmente dotato, soprattutto nel campo musicale. È stata scelta la scuola Zakaria Paliashvili di Tbilisi, la cui meritata fama consiste proprio nell’aver accolto e formato molti tra i migliori artisti georgiani nell’ambito musicale. Dedicarsi a questa arte in Georgia, nella presente situazione, è professionalmente difficile, e richiede grande coraggio e una forte motivazione interiore. L’orchestra, nel mese di febbraio, compirà in Italia un tour, che la vedrà impegnata in Vaticano e altre città, tra cui Trento e Verona. L’iniziativa, fortemente voluta dalla Nunziatura apostolica in Georgia, è stata bene accolta dall’arcidiocesi di Spoleto-Norcia che, insieme alle altre Chiese sorelle dell’Umbria, da vari anni ormai è impegnata nel Paese caucasico, soprattutto sul fronte della carità. Negli ultimi cinque anni sono stati inviati alla Caritas di Tbilisi ben dieci container di generi alimentari, segno tangibile della concretezza della terra dei santi Benedetto e Francesco. Recentemente l’arcivescovo Fontana, insieme ad una delegazione della Caritas Umbra, si è recato in Georgia per rendersi conto personalmente della situazione in cui vivono le migliaia di profughi vittime dell’ultimo conflitto. Con il nunzio apostolico, mons. Claudio Gugerotti, che sarà presente al concerto, ha fatto anche visita ai profughi che vivono sul fronte russo della Georgia, la zona più pericolosa del Paese. L’occasione del concerto è un’ulteriore prova della cultura della solidarietà che appartiene a tutti gli umbri, la cui identità ricorda come poco, moltiplicato per molto, fa molto. Il ricavato, infatti, verrà devoluto per sostenere le azioni che la Caritas Georgia e tutte le altre associazioni che operano in Caucaso offrono a quella parte di popolo. Sul fronte artistico, questa serie di concerti dell’Orchestra giovanile Paliashvili sono curati e diretti da un musicista italiano, il maestro Giampaolo Pretto, che ha messo gratuitamente a disposizione doti, passione e tempo, avvalendosi della preziosa collaborazione del maestro Manuel Zigante in veste di primo violoncello e co-tutor del progetto ‘La Georgia offre musica all’Italia’. Già una parte selezionata degli allievi ha partecipato, nel contesto del medesimo progetto, ad alcuni concerti in Italia, aggregandosi alla tournée autunnale 2008 dell’Orchestra giovanile italiana.