La nuova Don Bosco

A Perugia rinasce in forma diversa l’ex istituto salesiano

A partire dal prossimo settembre novità in vista per la scuola media Don Bosco, che – dopo l’abbandono nel 2010 da parte dei Salesiani – è stata presa in gestione da una motivata cooperativa di insegnanti e genitori, la cooperativa Centro studi Don Bosco, presieduta dal prof. Fausto Santeusanio. Fino ad ora le lezioni si sono tenute presso l’istituto Don Bosco di Perugia, ma con l’inizio dell’anno scolastico la sede sarà trasferita presso l’istituto Donati Ticchioni (via Cortonese), dove è già presente dal 1969 una scuola materna e un doposcuola per bambini delle elementari gestiti dalle Piccole Ancelle del Sacro Cuore. Anche loro lasceranno la parte organizzativa della scuola in mano alla nuova cooperativa, mantenendo però l’impegno didattico nella materna e nel dopo-scuola elementari, nonché la presenza come comunità presso l’istituto. “L’intento del Centro studi Don Bosco è quello di creare un polo didattico educativo che parte dalla scuola materna, passa per il doposcuola elementari sboccando nelle scuole medie e superiori – spiega la prof.ssa Nadia Piampiano, preside dell’istituto Don Bosco. – Il nostro progetto educativo resta sempre fedele al modello salesiano, con una comunità educante che ricalca il modello della famiglia. La relazione alunno-insegnante, con l’attenzione ai tempi di apprendimento di ciascuno, è sempre al centro del nostro sistema di insegnamento. È per questo motivo – aggiunge la preside – che riteniamo fondamentale mantenere la preziosa collaborazione con le Piccole Ancelle del Sacro Cuore. Il loro carisma religioso è indispensabile per la realtà educante, un punto di riferimento spirituale nella scuola per noi è importantissimo”. Decisivo per il rilancio di queste realtà educative cattoliche è stato l’interesse della Curia perugina, attenta alla presenza e alla sussistenza sul territorio di realtà educative cattoliche. “La Curia vuole aiutare in ogni modo due realtà che altrimenti rischiavano di scomparire” afferma mons. Paolo Giulietti, vicario generale del Vescovo. La nuova scuola media assieme al liceo classico e scientifico, con tutte le classi attivate, verrà trasferita integralmente presso l’istituto Donati-Ticchioni, la cui struttura risulta già praticamente pronta ad accogliere i nuovi studenti. La scuola Don Bosco, inoltre, orientata alla collaborazione stretta tra famiglie e docenti per l’educazione dei giovani, è divenuta sede del comitato perugino dell’Agesc – Associazione genitori scuole cattoliche, con la quale ha promosso di recente una serie di incontri sulla genitorialità in relazione alle varie fasi di crescita dei ragazzi.

AUTORE: Mariangela Musolino