La Santa della Croce

A Montefalco celebrazioni dal 13 al 17 agosto in onore della santa agostiniana Chiara

Tempo di lettura: 112 secondi

Il 17 agosto la Chiesa celebra la memoria di santa Chiara della Croce, la monaca agostiniana nata e vissuta a Montefalco. Come ogni anno, molto sentiti sono i festeggiamenti in suo onore; già dal 13 agosto inizieranno gli appuntamenti che poi culmineranno nel giorno della memoria. È così che dal 13 al 15, nel santuario di S. Chiara, ci sarà il triduo di preparazione, predicato dal priore di Montefalco, mons. Dino Pallucchi: ogni giorno, alle 17.30, verrà intonato il canto dei vespri, al quale seguirà la messa solenne (ore 18). Doppiamente importante sarà la celebrazione di lunedì 15, solennità dell’Assunta, patrona principale dell’archidiocesi di Spoleto-Norcia. Martedì 16, alle 18.30, sempre nella chiesa intitolata alla Santa, ci sarà il canto dei vespri e prenderà vita la memoria del Transito di santa Chiara; alle 21, poi, partirà la tradizionale processione per le vie di Montefalco, al seguito delle reliquie della Madre agostiniana. Mercoledì 17 agosto, solennità di Chiara della Croce, la giornata si aprirà con il canto delle lodi nel santuario agostiniano, che accoglie tutte le funzioni liturgiche legate all’evento. Seguiranno messe alle ore 7.30, 8.30, 9.30. Alle 10.30, quindi, nella piazza del Comune ci sarà l’incontro delle autorità civili e, da qui, si snoderà un corteo verso la chiesa di S. Chiara dove, alle 11, mons. Giuseppe Chiaretti presiederà la messa pontificale. Tra le autorità civili, ci saranno sicuramente quelle della patria della festeggiata, e quelle del Comune di S. Croce sull’Arno che, quest’anno, offre l’olio per la lampada votiva. Una sorta di gemellaggio non casuale visto che, proprio negli ultimi tempi, la Federazione delle monache agostiniane aveva chiesto alla struttura montefalchese di farsi carico anche del monastero di S. Croce, vista l’anzianità delle religiose presenti. È così che madre Maria Rosa Guerrini attualmente ricopre il ruolo di abbadessa in entrambi i complessi e, a turno, le consorelle della “Ringhiera dell’Umbria” si alternano per garantire il servizio anche nel sito toscano. I festeggiamenti proseguiranno nel pomeriggio: alle 17.30, ci sarà il canto dei vespri a cui seguirà, alle 18, la solenne celebrazione agostiniana. In serata, alle 21, Montefalco sarà animata da un concerto nella piazza del Comune e, alle 22.30, il tutto si concluderà con lo spettacolo pirotecnico che ogni anno affascina gente proveniente da tutta l’Umbria e non solo, per venerare la Santa della Croce.