L’arcivescovo incontra il mondo dell’agricoltura

Tempo di lettura: 68 secondi

Il mondo dell’agricoltura si è presentato al suo vescovo. Ieri pomeriggio, presso le Cantine Lungarotti di Torgiano, l’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, il cardinale Gualtiero Bassetti, ha incontrato i rappresentanti del primo settore nell’ambito delle “attenzioni di ambiente” destinate al mondo del lavoro.

Presenti imprenditori agricoli, professori, veterinari, agronomi… che hanno testimoniato di fronte al cardinale la loro scelta di lavoro, ma soprattutto di vita. L’agricoltura, infatti – è emerso nel corso dell’incontro – non è semplicemente una professione che si svolge alcune ore al giorno, è uno stile di vita, la scelta di investire nella terra e di trascorrere con essa tutti i giorni dell’anno, rispettandone tempi e potenzialità. Oggi, però, l’agricoltura è anche innovazione e ricerca, da cui si possono trarre nuove fonti di reddito, ad esempio con la produzione di energia tramite biogas.

Tra i nodi principali del settore, è emersa, ovviamente, l’incertezza dei risultati legata anche ad un clima e a condizioni metereologiche sempre più incerte e violente, ma anche l’eccessiva burocrazia e regolamentazione, spesso obsoleta e lontana dalle reali necessità.

Il cardinale Bassetti ha ascoltato con attenzione tutte le testimonianze e sottolineato l’importanza del rapporto con la terra, sia nella sua esperienza personale che nel Vangelo. “Il Signore – ha concluso – ci ha affidato il mondo perchè lo coltivassimo e ne traessimo frutto, non per dominarlo come padroni”.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Laura Lana