Lo show dei fiori e delle farfalle

Ai Giardini del Frontone dal 22 al 24 maggio la mostra mercato del “Perugia Flower show”

Tempo di lettura: 143 secondi

Perugia-FlowerAi Giardini del Frontone di Perugia, dal 22 al 24 maggio, torna il “Perugia flower show” per un week end all’insegna del verde di qualità e del giardinaggio.

Con un carnet di 60 espositori la manifestazione anche quest’anno si presenta molto nutrita e “con numerose varietà botaniche – ha annunciato la promotrice dell’evento Lucia Boccolini – oltreché in forma rinnovata. Siamo infatti andati alla ricerca di fiori e piante ancora più rare e inconsuete. Inoltre, rispetto alle passate edizioni, è stato dato più spazio e visibilità ai vivaisti, con meno artigianato da giardino”.

Spazio dunque ai colori della primavera con numerosissime specie di rose, ortensie rare, orchidee, peonie, camelie e azalee. Non mancheranno le piante cactacee e succulente, esemplari di bonsai, piante acquatiche, pelargoni e piante mediterranee, insieme a piante carnivore, tillandsie, piante aromatiche insolite, erbacee perenni e graminacee. Come ogni anno a fare da corollario ci saranno tanti eventi: dai corsi per i bambini, a quelli di arte floreale, fino alle degustazioni e alle visite guidate.

Visto il successo degli anni passati la kermesse offrirà ancora Corsi di giardinaggio, mini-conferenze sulla storia, l’uso e la cura delle piante, laboratori specializzati ed avanzati per appassionati e addetti ai lavori. Tra le novità c’è lo “Sportello Sos Piante” allestito presso lo stand del Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e ambientali dell’Università degli Studi di Perugia: chi vuole può portare la sua pianta malata, basta anche un rametto o una fogliolina, per avere una prima diagnosi. Il prof. Carlo Ricci, entomologo, il prof. Buonaurio, patologo vegetale, e la dott.ssa Moretti saranno pronti a risolvere i problemi del “paziente verde”.

Ci sarà spazio anche per un corso per la progettazione di un orto familiare con il prof. Tei dell’Università di Perugia. Per gli amanti dell’arte floreale ci sarà la possibilità di imparare a realizzare ghirlande e centrotavola. Per il settore Salute e benessere sono previsti momenti dedicati alla “floriterapia” con esperti del settore che illustreranno come i rimedi floreali australiani aiutino a ritrovare il benessere psicofisico.

Domenica 24 maggio , in chiusura d’evento, ci sarà una splendida novità: il “lancio delle farfalle”. Centinaia di farfalle, dei bellissimi esemplari di Macaone, saranno infatti liberate tutte insieme e prenderanno il volo per un effetto che si preannuncia di grande scenografia, il tutto finalizzato a ripopolare la natura con insetti impollinatori che svolgono una funzione preziosissima nella riproduzione di molte specie vegetali e per l’equilibrio dell’ecosistema. L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con HeraComm e Gianumberto Accinelli (entomologo) dell’Università di Bologna.

Il prezzo del biglietto della manifestazione è di 5 euro, ma quest’anno è stato creato un abbonamento di 10 euro per tutti i tre giorni e chiunque arrivi alla mostra-mercato con il proprio animale domestico usufruirà invece del biglietto ridotto di 4 euro. Tutte le attività proposte all’interno sono gratuite e aperte a tutti possibilmente con iscrizione online su www.perugiaflowershow.com.

AUTORE: Manuela Acito