‘Ma questa non è Disneyland’

Visita del Papa. Don Zullato, organizzatore dell'incontro con i giovani, spiega la giornata del 17.

Tempo di lettura: 120 secondi

E mette qualche puntino sulle ‘i’ A Colle di Nocera Umbra, dove è parroco, ultimamente lo vedono sempre di corsa, indaffaratissimo. Il motivo è semplice: don Michele Zullato è stato nominato responsabile dell’organizzazione dell’incontro fra i giovani e papa Benedetto XVI in occasione della sua visita ad Assisi del prossimo 17 giugno. Un impegno gravoso, ma che gli ha fatto toccare con mano il grande entusiasmo dei preparativi, e non gli ha fatto perdere quella che è sicuramente la sua qualità migliore: l’estrema chiarezza. Che significato ha per i giovani della diocesi questo incontro? ‘È un’occasione unica, per i giovani ma anche per tutti gli altri, di dimostrare al mondo che l’Umbria non è una Disneyland del cattolicesimo, una ‘bottega’ del sacro, ma una regione di fede viva e profondamente radicata, poiché di tradizioni antichissime’. Come si sono mossi, in questo senso, i giovani della diocesi? ‘La visita del Papa è stata preceduta da un lungo cammino, dalla Quaresima fino a Pentecoste, che è quello tracciato dalla serie di incontri svoltisi tutti i venerdì ed aperti a tutti i giovani della diocesi, su iniziativa del vescovo mons. Sorrentino’. Come si svolgerà l’incontro fra i giovani e papa Ratzinger? ‘L’incontro sarà preceduto da una giornata di eventi. Il primo raduno dei giovani si terrà alle 12.30, del 17 giugno, presso l’Umbriafiere di Bastia Umbria: qui mons. Giovanni Scanavino, delegato episcopale per i giovani dell’Umbria, parlerà ai giovani che da qui muoveranno dopo la messa in pellegrinaggio a Santa Maria degli Angeli, dove verso le ore 15 verranno ricevuti in una ‘Festa dell’accoglienza’, con tanto di sbandieratori e spettacolo teatrale: verrà messo in scena, da parte di un gruppo giovanile della diocesi di Gubbio e con la regia di don Marco Orsino, il recital Va’ e ripara la mia casa dedicato a san Francesco. Nel frattempo, verso le 17.30, giungerà Benedetto XVI in visita alla Porziuncola e, all’uscita, avrà luogo l’atteso incontro con i giovani’. Che bisogna fare per partecipare? ‘Sono previsti 10 mila posti, tutti con biglietto alfanumerico personalizzato, per ragioni di sicurezza. Per prenotare i posti, ci si può rivolgere ai delegati di ciascuna vicaria (don Ferdinando Cetorelli per Gualdo, don Jean-Claude Azumeh per Nocera, don Raffaele per Bastia Umbra, padre Luca e suor Rosanna per Assisi). Si può anche inviare una e-mail a giovaniassisi@virgilio.it con il numero di persone e i dati del referente o contattarmi via fax allo 075.8198805’.

AUTORE: Pierluigi Gioia