Manifestazioni culturali di Natale: assegnati 320 premi

Tempo di lettura: 110 secondi

Cifre da record per le “Manifestazioni culturali di Natale”, sul tema “Da Oriente ad Occidente un messaggio di pace, di amore, di vera fratellanza”, promosse a dimensione comprensoriale dal Centro della gioventù, dall’Associazione italiana maestri cattolici, dalle parrocchie di San Pietro e Sant’Agostino, da Informagiovani.

Un’iniziativa che si ripete da quasi mezzo secolo; riservata alle scuole di ogni ordine e grado, alle associazioni, alle famiglie, si articola in una serie di concorsi che valorizzano la tradizione del presepe, ma sollecitano anche una riflessione sui valori più autentici del periodo, interpretandoli attraverso disegni, racconti e poesie. Un’organizzazione complessa che mobilita ogni volta tante risorse, a cominciare dalle commissioni giudicatrici chiamate ad operare una graduatoria di merito, con un lavoro di esame e selezione che richiede giorni e giorni.

L’attuale edizione ha visto attribuire ben 320 riconoscimenti, consegnati nella chiesa di San Pietro nel giorno dell’Epifania: 239 per i disegni presentati dalle scuole di infanzia, dalle primarie e dalle medie (premi Beniamino Ubaldi, Dante e Mario Alimenti), 31 per le poesie (premi Fernando Bartoletti e Pio Benedetti), 5 per i racconti (premio Pietro Panfili), 10 per la poesia al computer (Premio Italo Belardi). I concorsi più antichi e di maggior presa sul pubblico sono quelli riservati ai presepi, legati al nome del patrono sant’Ubaldo e di Adriano Vispi, che hanno messo insieme 35 riconoscimenti.

Spiccano quelli realizzati nel quartiere di San Martino, l’ormai famosa “La via del presepe”, a San Donato, San Pietro e Sant’Andrea, presso la scuola materna paritaria Maestre Pie Filippini, le scuole dell’infanzia di Scorcello,”Aldo Moro” e Carbonesca, l’Istituto tecnico commerciale, la chiesa della Misericordia, le parrocchie di San Domenico, Padule, San Pietro. Nutrita la partecipazione nella categoria “Famiglie” con premi speciali per Adamo, Picciolini, Loredana Tittarelli, Giacomo e Viola Migliarini, Marco Morelli, Beniamino Rughi, Luca Vizzi, il circolo Anspi di Madonna del Ponte, i gruppi parrocchiali di Costacciaro e San Domenico. Da ammirare l’autentico capolavoro di Leo Argentina in via Saffi, ma ce ne sono stati tanti in spazi pubblici, nel solco di una tradizione radicata, e rilanciata dalle ‘Manifestazioni culturali di Natale’, felice intuizione di Araldo Vispi, che ancora oggi la porta avanti con tenacia e giovanile vigore.

AUTORE: G. B.

LASCIA UN COMMENTO