Nel cuore della festa del Palio di San Michele

Il via giovedì 20 settembre con la benedizione degli stendardi e dei mantelli

Tempo di lettura: 148 secondi

A Bastia Umbra, una particolare emozione ed una gran religiosità hanno contraddistinto la serata di giovedì 20 settembre, momento inaugurale della festa del Palio di S. Michele Arcangelo. Nella serata, il parroco don Francesco Fongo ha benedetto oltre gli stendardi e il Palio, anche i mantelli, investendo il presidente dell’ente Palio, Erigo Pecci e il Maestro di Campo, Luigi Mencarelli. Quest’ultimi, a loro volta, hanno investito i capitani dei Rioni dei rispettivi mantelli. E’ da anni che la manifestazione si svolge davanti alla chiesa parrocchiale, in piazza Mazzini, ma è solo da due che si riveste di una tonalità nuova. E’ il segno di una comunità che vuole intraprendere un nuovo cammino verso il Terzo Millennio, invocando il santo Patrono. Una festa, cui si vuole ridare il giusto valore religioso e per questo motivo non più i bandi di sfida, perché diventati troppo volgari e grossolani. Già dallo scorso anno, infatti, si è plaudito di ampliare la benedizione degli stendardi e del Palio, con quella dei mantelli. Questi sono stati realizzati da Nicoletta Cozzali, una creatrice di moda; è infatti da diverso tempo che collabora con il proprio Rione, alla realizzazione della festa. Finalmente, il Palio sta riacquistando il suo originario senso religioso: non a caso, ciò è stato sottolineato dalla presenza del parroco in abiti talari e da quella delle confraternite, che hanno fatto da cornice a questa suggestiva cerimonia. Una particolare attenzione del pubblico è andata alla presenza dei bambini e delle bambine; i primi hanno portato i mantelli dei Capitani, le seconde quelli per il Presidente e il Maestro di campo. A conclusione della parte religiosa, è stato effettuato un momento di raccoglimento; è stata letta una poesia sulla pace da Mario Ceccomori, in ricordo delle vittime di New York. La poesia letta ha partecipato al Premio “Insula Romana, ” organizzato dalla Pro Loco di Bastia Umbra. Nel corso delle successive serate hanno sfilato in ordine i seguenti Rioni: Moncioveta (capitano Simone Cerasa) ha sviluppato il tema “I sette peccati capitali”; la sfilata del Rione Portella (capitano Enrico Trippetta) ha trattato “Ricordando i tempi in cui…”; S. Rocco (capitano Paris Lupattelli) ha presentato “Linea d’ombra”, seguito dal capitano Paris Lupattelli e, infine, S. Angelo (capitano Marco Boccolacci) ha portato in scena il tema “Patmos”. Ricordiamo che il programma religioso culminerà sabato 29 settembre con le celebrazioni delle sante messe: alle ore 8.00 nella chiesa parrocchiale; alle 8.30 nella chiesa delle monache benedettine; quella delle 9.30 e delle 11.00 di nuovo nella chiesa parrocchiale; alle 16.00 ci sarà la solenne Messa cantata, con la partecipazione di tutta la comunità, dei gruppi parrocchiali, delle associazioni, delle autorità civili, dei Rioni con i propri stendardi e il Palio, portato dal Rione vincitore. Al momento dell’offertorio ogni Rione offrirà un segno di gratitudine al Patrono. Ci saranno anche i bambini e i ragazzi che hanno ricevuto i sacramenti della Prima Comunione e della Cresima. Alle 17.00 si svolgerà la Processione solenne con la Statua del Santo. Infine ci sarà l’estrazione della Lotteria di S. Michele.

AUTORE: Ombretta Sonno