Noi ragazzi affascinati da Gesù

Pastorale giovanile. Le iniziative da Pasqua fino all''Agorà' di settembre

Tempo di lettura: 123 secondi

Mario ha 19 anni; in un colloquio mi diceva che la più bella scoperta che fai, quando ti riaccosti alla fede, è ‘sentire’ che Gesù Cristo è vivo, e che la risurrezione non è soltanto un mito o un’idea. È proprio così: anche in questo nostro difficile tempo, Cristo affascina le nuove generazioni. Questo articolo di Pasqua non vuole essere un semplice elenco d’iniziative per la gioventù, ma la constatazione che tutto parte da quella mattina in cui le donne andarono al sepolcro e lo trovarono vuoto. Abbiamo iniziato con la messa del crisma il mercoledì santo, per la quale si sono radunati i cresimandi della diocesi; durante la celebrazione tre giovani sono stati ammessi tra i canditati al diaconato e al sacerdozio. Dopo la Pasqua ci attende la Scuola della Parola del prossimo 14 aprile a Collevalenza, e il giorno dopo a Ciconia i giovani di Ac parteciperanno al primo incontro della Scuola di formazione per animatori, mentre il 22 aprile è la volta dei bambini della prima comunione che con i loro genitori si incontreranno a Bolsena, luogo simbolo per chi per la prima volta si accosta all’eucaristia. I genitori, oltre a visitare la splendida basilica con le catacombe, incontreranno il professor Santeusanio che parlerà loro di ‘Famiglia ed eucaristia’, portando la splendida testimonianza del servo di Dio Vittorio Trancanelli, mentre i bambini seguiranno un cammino eucaristico animato dagli animatori dell’Equipe Acr. Per i giovanissimi dai 14 ai 17 anni è previsto un breve corso di esercizi spirituali (24 e il 25 aprile) a Spagliagrano, incentrati proprio sulla figura di Gesù Cristo. Il 29 aprile, Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, è la volta dei ministranti che si raduneranno a Todi per un incontro che aprirà una settimana tutta speciale di preghiera per le vocazioni, perché il 4 maggio nel duomo di Todi sarà ordinato sacerdote un giovane frate dei Servi di Maria. La grande tenda che vedete nella foto, dono del Servizio nazionale di pastorale giovanile alle diocesi che ospiteranno i giovani per l’Agorà, inizierà il suo giro per le parrocchie della nostra diocesi per sensibilizzare i giovani su questi importanti avvenimenti: l’incontro con il Papa ad Assisi il 17 giugno, e l’Agorà dei giovani che prevede l’accoglienza di circa 800 giovani nella nostra diocesi e la partecipazione al grande raduno di Loreto il 1’e 2 settembre. Tutto questo sarà motivo di grande speranza per la Chiesa, perché il fondamento di tutto è nella fede che abbiamo in Cristo risorto, che continua ad essere sempre con noi.

AUTORE: Marcello Cruciani