Perugia in lutto, è morto monsignor Marino Riccieri

Per anni vicario parrocchiale di Ponte San Giovanni. Il ricordo di Paolo Giulietti: "È stato il volto mite e gentile della parrocchia"

È tornato alla casa del Padre monsignor Marino Riccieri, per lunghissimi anni vicario parrocchiale di Ponte San Giovanni. Lo ricorda in modo affettuoso anche l’arcivescovo monsignor Paolo Giulietti: “È stato il volto mite e gentile della parrocchia, la ‘spalla’ del parroco don Annibale Valigi, una coppia inseparabile”.

Così commenta la notizia del ritorno alla casa del Padre di monsignor Marino Riccieri, avvenuta alle prime luci dell’alba di sabato, l’arcivescovo di Lucca monsignor Paolo Giulietti, già vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve e prima ancora parroco di Ponte San Giovanni, la parrocchia di don Marino dove ha svolto il suo ministero sacerdotale per lunghissimi anni come vicario parrocchiale.

Esempio da seguire

Monsignor Riccieri era nato a Perugia il 5 marzo 1929 ed ordinato sacerdote il 29 giugno 1952 dopo aver conseguito i suoi studi teologici. Uomo di grande cultura, Riccieri è stato insegnante di lettere in diverse scuole statali del Perugino, oltre che docente di materie umanistiche al Pontificio seminario regionale “Pio XI” di Assisi. “L’opera della sua vita – evidenzia monsignor Giulietti – è la sua preziosa biblioteca di oltre ventimila volumi da lui donata anni fa alla sua parrocchia”. Inoltre, prosegue l’arcivescovo di Lucca nel tracciare il suo affettuoso ricordo di don Marino, “è stato per i sacerdoti più giovani e non solo, un esempio da seguire per aver saputo costruire un bel proficuo rapporto con le future generazioni. La sua casa era luogo di ritrovo per tanti ragazzi dove ascoltare buona musica e conversare su diversi temi di attualità oltre che parlare di storia, letteratura e leggere poesie”.

Don Marino Riccieri insieme a mons. Paolo Giulietti;

Un riferimento per Ponte San Giovanni

“È stato un faro, un punto di riferimento per tanti noi pontegiani – raccontano in parrocchia – ed anche se da anni la salute non gli consentiva più di stare con noi, il nostro pensiero, spesso, era per lui e per i tanti momenti che ci ha dedicato insieme al nostro storico e indimenticabile parroco don Annibale nel farci sentire tutti un’unica comunità-famiglia di fedeli alla ricerca di Dio, avvicinando alla Chiesa anche i ‘distanti’”. “Don Marino viveva in famiglia a Ponte San Giovanni – sottolinea l’attuale parroco don Antonio Sabatini –, amorevolmente assistito nel periodo della lunga e grave malattia dai cugini Mario e Marisa Riccieri a cui va il nostro affetto”.

Lunedì i funerali

Alla famiglia Riccieri e a tutta la comunità parrocchiale hanno espresso il loro profondo cordoglio e la più sentita vicinanza spirituale il cardinale Gualtiero Bassetti e il vescovo ausiliare monsignor Marco Salvi. Sarà lo stesso cardinale a presiedere le esequie di monsignor Riccieri nella chiesa parrocchiale di Ponte San Giovanni, lunedì 25 ottobre, alle ore 11, insieme al parroco don Antonio Sabatini e al vicario episcopale della Terza Zona pastorale dell’Archidiocesi monsignor Giuseppe Piccioni. La camera ardente è stata allestita nel salone parrocchiale dove i fedeli potranno raccogliersi in preghiera e rendere l’ultimo omaggio al loro amico e sacerdote. Al termine delle esequie, don Marino riposerà accanto ai genitori nel cimitero di Pieve di Campo.

LASCIA UN COMMENTO