La Natività nei presepi: dove trovarli in Umbria

Tempo di lettura: 323 secondi

Presepi viventi ed artistici, una tradizione in Umbria che non si esaurisce e ogni anno c’è una novità. Vediamo quali sono quelle di quest’anno a cominciare dalla “città sull’acqua” dell’Umbria: Rasiglia.

RASIGLIA- FOLIGNO

Il presepe vivente con scene risalenti ai primi anni del ’900

Dopo un anno di stop quest’anno verrà riproposto il Presepe vivente di Rasiglia, paese presepe che riporta il borgo negli anni del suo massimo splendore: i primi del ‘900. L’eccezionalità del presepe vivente di Rasiglia sta, infatti, nella scelta dell’ambientazione. Nelle cantine, negli antichi opifici e nei locali storici vengono allestite scene di vita quotidiana: le macine dei mulini, le mani esperte del sarto, la lisciva delle lavandaie, il fumo dei carbonai; e ancora, la tosatura della pecora, la filatura e tessitura della lana, la tintura delle matasse con fiori e radici.

Ogni scena si configura come un quadro animato, grazie al quale il visitatore viene immerso in un’atmosfera estremamente suggestiva con dovizia di particolari e con strumenti originali dell’epoca. L’evento – a ingresso libero – sopravvive grazie alle libere offerte dei visitatori, che potranno degustare prodotti tipici del luogo: la polenta, le frittelle, la rocciata e molto altro.

Sarà possibile accedere al borgo esclusivamente tramite un servizio navetta, che farà continuamente da spola tra Rasiglia e la frazione di Casenove, dove verrà allestito un grande parcheggio. Date e orari: esclusivamente nelle due date del 26 dicembre e 6 gennaio, dalle 15 alle 19.

MASSA MARTANA

“Presepi d’Italia” e la “Natività” di Giotto scolpita nel ghiaccio

A Massa Martana quest’anno il presepe di ghiaccio è ispirato alla “Natività” di Giotto affrescata nel transetto destro della basilica inferiore di Assisi nel 1313. Sarà un inno all’arte e alla bellezza, grande 13 mq. Nel borgo si potranno ammirare anche i “Presepi d’Italia”, in programma dal 24 dicembre al 6 gennaio.

L’esposizione si articola in 22 locali del centro storico dove sono raccolti 65 presepi classici, 45 opere in ceramica dedicate al Natale, 40 natività scolpite da grandi artisti. Sarà inoltre possibile degustare tartufi, funghi, olio extravergine, formaggi, carne chianina e salumi; non mancherà la nociata. Per info www.presepiditalia.it

BETTONA

Un presepe vivente con scene di vita passata e antichi mestieri

ph Alessandro Bertani

Il 26 e il 29 dicembre e il 1, il 5 e il 6 gennaio all’interno delle mura del borgo di Bettona è in programma la XII edizione del Presepe vivente. In un’atmosfera d’altri tempi, Bettona diventa magia, amore, teatro e mette in scena un’opera unica con 22 scene recitate e 150 comparse.

Nella parte più nascosta e suggestiva dell’antica “città” i visitatori saranno guidati alla scoperta delle scene di vita passata e di antichi mestieri ormai persi nel tempo, intercalate con momenti legati alla Natività come l’Annunciazione, Erode, la capanna, in un percorso illuminato dalle sole fiammelle delle torce.

In piazza Cavour nei giorni di rappresentazione del presepe ci saranno i Mercatini di Natale. Le rappresentazioni avranno inizio alle 17.30, con partenza da viale Roma (ingresso al presepe), fino alle 20. Le rappresentazioni avranno un “ciclo continuo”, ogni 10 minuti partirà un gruppo guidato formato

da 30/40 visitatori che assisterà, nell’intero percorso, alle 22 scene programmate, in una sorta di spettacolo teatrale itinerante. La durata complessiva di ogni rappresentazione completa sarà di circa 40/45 minuti. Per info: www.presepebettona.it

CITTÀ DELLA PIEVE

Un presepe alla scoperta della fragilità del pianeta

Dal 25 dicembre al 6 gennaio , nei sotterranei di Palazzo della Corgna, si rinnova il presepe monumentale a Città della Pieve. Nel percorso i visitatori saranno accompagnati alla riscoperta della bellezza e della fragilità del nostro pianeta. Di fronte ai cambiamenti climatici e ambientali che stiamo vivendo, il Presepe risponde con un messaggio di speranza “Insieme possiamo farcela”, prendendo coscienza della sfida che ci aspetta per mantenere il prezioso equilibrio con “Madre Natura”.

Il Presepe monumentale è un’opera che si articola in più scene lungo un percorso figurato attraverso i suggestivi corridoi e le sale delle vecchie cantine del palazzo, per un totale di otto stanze e più di 500 metri quadrati. Ogni spazio viene allestito minuziosamente unendo tradizione, capacità artigianali e di costruzione. Sono più di un centinaio le statue di grandi dimensioni utilizzate nell’allestimento e realizzate in cartapesta, terracotta, resina e arricchite da splendidi dettagli e create appositamente da maestri artigiani italiani. Per informazioni: www.presepemonumentale.it

PASSIGNANO SUL TRASIMENO

Il Presepe della Stella con la Natività alla Rocca

Il 26 e il 29 dicembre e il 1 e il 6 gennaio a Passignano sul Trasimeno, centinaia di figuranti fanno rivivere scene della Natività in un’atmosfera surreale e senza tempo. I visitatori potranno ammirare la rappresentazione vivente della Natività, oltre a scene di vita e ambientazioni suggestive risalendo il castello di Passignano sul Trasimeno fino ad arrivare alla Rocca, sulla cui cima è posta la stella cometa che dà il nome al presepe.

Tra le mura medievali, 150 figuranti riproporranno attività e mestieri dando la sensazione di trovarsi in un’antica Betlemme. Adulti e bambini potranno assistere alla realizzazione di manufatti artigianali e degustare prodotti tipici. Per info: www.presepedellastella.it

PETRIGNANO D’ASSISI

Presepe vivente, scene con oltre 150 figuranti

Il 25, il 26 e il 29 dicembre e il 1, il 5 e il 6 gennaio Petrignano d’Assisi, al calar del sole, oltre cento figuranti danno vita al Presepe vivente. Ogni vicolo e ogni angolo del borgo medievale e le rive del fiume Chiascio vengono avvolti da un’atmosfera magica con giochi di luci e ombre creati da rappresentazioni che ripropongono gli scorci di vita quotidiana e scene di attività artigianali di duemila anni fa.

Gli attori, tutti volontari del paese, sapranno farti vivere emozioni uniche ed indimenticabili. Ciò che distingue questo presepe è la finalità benefica: ogni anno il ricavato va in beneficenza. Per informazioni: www.presepepetrignano.it 

Dall’ 8 dicembre al 19 gennaio la XVI Rassegna di Presepi a Cascia in un itinerario che si snoda tra le piazze e luoghi caratteristici del centro storico. Per info www.presepepetrignano.it

LAGO DI PIEDILUCO

La Natività in cartapesta galleggia tra le acque del lago

Fino al 6 gennaio sulle acque del Lago di Piediluco (Terni) è possibile vedere la Natività galleggiante tradizione che si rinnova dalle metà degli anni ’90. Statue in cartapesta a grandezza naturale, realizzate da artisti impegnati anche nella costruzione delle barche allegoriche della Festa delle Acque in estate, poste su un’imbarcazione si riflettono nelle acque del lago. Uno scenario unico reso ancora più suggestivo nelle ore notturne quando il Presepe viene illuminato e crea giochi di luci e colori sullo specchio d’acqua. Per info: www.piediluco.eu

LASCIA UN COMMENTO