La festa di san Francesco

Tempo di lettura: 118 secondi

E’ stata la regione Campania a rappresentare i Comuni italiani, il 3 e 4 ottobre, in occasione della solennità di san Francesco d’Assisi, con la simbolica offerta dell’olio per la lampada votiva al santo patrono d’Italia. La lampada è stata accesa dal sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, durante la celebrazione eucaristica di questa mattina giovedì 4 ottobre alle ore 10 nella cappella papale della basilica di san Francesco.

Rosa d’argento, donne testimoni di fede

Tra le tante iniziative per la festa di san Francesco, mercoledì 3 ottobre nel refettorietto del convento della Porziuncola si è tenuta la presentazione del riconoscimento “Rosa d’argento – Donne del nostro tempo testimoni di fede, speranza e carità” che quest’anno è stato assegnato ad Azzurra Di Spirito, la quale presta a vario titolo il servizio di volontaria nella catechesi e in altre realtà della parrocchia di San Vito Martire in Capaccio. Alla stessa spetta il compito di omaggiare san Francesco con i doni che a suo tempo frate Jacopa portò alla Porziuncola il giorno del beato transito del Poverello di Assisi.

La consegna della Rosa è avvenuta durante la solenne celebrazione eucaristica “nel transito di san Francesco”, presieduta da padre Claudio Durighetto, ministro provinciale dei Frati minori dell’Umbria, nella basilica papale di Santa Maria degli Angeli. Il riconoscimento prende spunto dalla figura di Donna Jacopa dei Settesoli che, attraverso l’incontro con Francesco, ha cambiato radicalmente la sua vita, divenendo testimone di fede e di carità.

Novena e pellegrinaggi

In preparazione della solennità si è tenuta la novena con pellegrinaggi della città e della diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino nella basilica inferiore di San Francesco.

I pellegrinaggi hanno interessato le parrocchie del Vicariato di Santa Maria degli Angeli; le religiose, i religiosi della diocesi (Usmi e Cism) e le aggregazioni ecclesiali; le parrocchie del Vicariato di Assisi con la partecipazione del Capitolo dei canonici della cattedrale e delle confraternita; la Caritas diocesana e Pastorale della salute, Unitalsi, istituto “A. Rossi”, Casoria, Serafico, ed altre associazioni impegnati per gli emarginati e sofferenti; le parrocchie del Vicariato di Nocera Umbra; le parrocchie dell’Unità pastorale di Rivotorto e Capodacqua; le famiglie della diocesi; le parrocchie del Vicariato di Bastia Umbra; le parrocchie del Vicariato di Gualdo Tadino.

Per le celebrazioni, ulteriori informazioni e il programma della solennità di san Francesco si possono visionare i siti www.sanfrancesco.org e www.diocesiassisi.it.

Antonella Porzi

LASCIA UN COMMENTO