Quando Dio volle una madre

DIOCESI. Momenti di riflessione in preparazione al Natale

Tempo di lettura: 133 secondi

Si avvicendano in seno alla diocesi celebrazioni religiose, veglie di preghiera, pause di riflessione e meditazione in attesa della Notte santa. Ecco un cenno ad alcune iniziative impregnate di spirito religioso. Sabato 7 dicembre Guido Bertolaso, responsabile del dipartimento della Protezione civile e sottosegretario, è stato insignito del Premio S. Stefano consegnatogli dalla presidente della Pro loco di Costa di Trex Stefania Proietti dopo lettura della motivazione da parte di Marina Rosati: in sintesi, l’assidua disponibilità del premiato a favore, in particolare, dell’imponente opera di contenimento della frana di Torgiovannetto. Il sindaco Claudio Ricci ha fatto dono di una simbolica composizione e di un Bambinello benedetto riportato dalla Terra Santa, del quale lo stesso Bertolaso ha indicato l’opportuna collocazione nel presepio allestito presso la vasta area di Abruzzo devastata dal terremoto. Domenica 8, presso la chiesa di S. Maria di Lignano sono stati eseguiti canti devozionali dal coro interparrocchiale “Voci dalla montagna” diretto da Francesca Menichelli e da “Insieme vocale – Commedia Harmonica” diretto dal ben noto mastrocantore Umberto Rinaldi; canti coraggiosamente riproposti, come ha specificato il vescovo mons. Sorrentino grazie alla perseveranza di p. Giuseppe Egizio, parroco di Paradiso-S. Anna, Costa di Trex, S. Maria di Lignano, Porziano: “Preghiere semplici quanto profonde, tipiche della tradizione cristiana”. Sabato 12 dicembre, presso la sala degli Sposi di palazzo Vallemani, sono stati presentati due libri del biblista don Oscar Battaglia: Quando Dio si fece bambino – Il Natale nel Vangelo di Matteo e Quando Dio volle una madre – Il Natale nel Vangelo di Luca. All’introduzione di Francesco Fiorelli, presidente della Pro loco promotrice dell’incontro, è seguita la delineazione sistematica e polivalente di don Oscar tratteggiata da mons. Vittorio Peri, compagno di studi e di esperienze dello stesso sin dal 1948. P. Giovanni Raia ha evidenziato l’afflato spirituale di don Oscar unito al rigore esegetico. Dopo un brano letto da Carlo Menichini, la parola è passata a don Oscar, che ha fatto riferimento alla figura di Giuseppe, sposo particolare e piuttosto oscurato, di Maria e al significato concreto dei doni portati dai Magi equivalenti ad una vera dote. Giova ricordare il volume Dalla liturgia alla vita curato dalla redazione de La Voce, dove sono raccolti i commenti di don Oscar al Vangelo festivo. Per terminare, domenica 27 dicembre lo storico Franco Cardini introdurrà il 64° Convegno giovani organizzato dalla Pro Civitate Christiana sul tema “Il sasso nell’acqua”, per portare alla coscienza un’emergenza planetaria. Presenti come relatori, tra gli altri, l’antropologo Tullio Seppilli e il missionario comboniano Alex Zanotelli. Degno di segnalazione lo spettacolo “H2 Oro: l’acqua diritto dell’umanità”, rappresentato lunedì 28 alle ore 9.15 presso il teatro della Cittadella dalla compagnia teatrale “Itineraria” per la regia di Emiliano Viscardi.

AUTORE: Francesco Frascarelli