San Martino in Campo. Il nuovo oratorio dell’Up 18 in un luogo storico

Tempo di lettura: 124 secondi

Sarà il cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti ad inaugurare mercoledì 21 agosto (ore 17), a San Martino in Campo, il nuovo oratorio dell’Unità pastorale 18 “Santa Famiglia di Nazareth” dell’archidiocesi di Perugia-Città della Pieve, uno dei più ampi e funzionali realizzati nell’ultimo decennio in Umbria.

Dopo il rito del “taglio del nastro” e la benedizione degli ambienti, il cardinale Bassetti presiederà insieme al parroco moderatore dell’Unità pastorale don Antonio Sabatini la celebrazione eucaristica in ricordo di Giampiero Morettini, il giovane seminarista del luogo scomparso a seguito di una grave malattia cinque anni fa, il 21 agosto 2014, al quale sarà intitolato quest’oratorio.

Gli “Oratori riuniti Giampiero Morettini”

Questo nuovo Oratorio è parte integrante di un progetto che ha dato vita negli ultimi anni agli “Oratori Riuniti Giampiero Morettini”, quelli di San Martino in Colle e di San Martino in Campo. Il primo, spiega don Sabatini , “ha più una vocazione sportiva, mentre il secondo, con il suo grande salone polivalente fruibile soprattutto come cinema e teatro, ha più una vocazione artistica. È un progetto che permette a tutta l’Unità pastorale di avere un’ampiezza di attività e servizi oratoriali con un’unica finalità, quella pedagogica e sociale rivolta alle giovani generazioni, senza tralasciare il so- stegno-coinvolgimento delle famiglie e dell’intera comunità locale”.

Il segno di fede di Giampiero

“Affidiamo il nostro progetto pastorale – ribadisce don Sabatini – alla protezione celeste di Giampiero Morettini. Sono reduce dal campo estivo con sessanta ragazzi e cinque anni fa, prima che Giampiero ci lasciasse, preparammo insieme un ‘campo’ con appena quattordici adolescenti. In questi cinque anni abbiamo più che quadruplicato la presenza di giovani e questo lo dobbiamo alla figura di Giampiero, che tutt’oggi desta tanta commozione.

Ho notato che anche i più piccoli, che nel 2014 frequentavano la prima, la seconda elementare, non hanno affatto dimenticato il nostro Giampiero. Noi inaugureremo l’oratorio a lui intitolato il 21 agosto, forse è una data infelice perché molti saranno al mare o in montagna, ma ci sembrava giusto che nel 5° anniversario della sua morte si facesse quest’inaugurazione, perché Giampiero ha lasciato in tutti noi un segno inequivocabile di fede”.

Luogo-testimone di 80 anni di storia

“Questa struttura completamente riammodernata nel rispetto delle norme vigenti, di proprietà della parrocchia di San Martino in Campo – ricorda don Sabatini –, ha vissuto un po’ tutte le vicende della storia di questo centro abitato degli ultimi 80 anni. Era nata negli anni ’30 del secolo scorso come ‘casa del fascio’ (continua a leggere sull’edizione digitale de La Voce). 

LASCIA UN COMMENTO