Stefano Bocciolesi primo laureato alla Lumsa di Gubbio

La seduta di laurea si è svolta a Roma

Tempo di lettura: 115 secondi

E’ Stefano Bocciolesi il primo laureato del Corso di laurea di I livello in Educatore professionale (Operatore di condivisione – sede didattica decentrata della Lumsa in Gubbio). Una data storica per la nostra città: non era mai successo. La seduta di Laurea si è tenuta il 19 novembre, presso la sala Consiglio di piazza delle Vaschette di Roma, alla presenza della preside della facoltà di Scienze della formazione, Carmela Di Agresti, e dei proff. De Rosa, Ducci, Pacchiarotti, Pacciolla, Pollo, Ravaglioli, Regni. Sono accorsi in massa gli studenti del Corso di Gubbio, con in testa le due tutors Barbara Minelli e Beatrice Bettelli, e un gruppo nutrito dei ragazzi della parrocchia di Semonte, capeggiati dal parroco, don Armando Minelli. L’ultima telefonata prima della discussione gli è arrivata da don Angelo Fanucci, trattenuto a Gubbio da un impegno inderogabile. Stefano ha scelto di laurearsi con Fabrizio Ravaglioli, il docente illustre ed entusiasta del corso universitario che Lumsa, Comunità di Capodarco e Comune di Gubbio gestiscono a Gubbio; appartiene a questo illustre studioso l’affermazione che, citata fra virgolette, è stata scelta dal ministero della Pubblica istruzione come testo di uno dei temi proposti ai ragazzi di tutta Italia che dovevano conseguire la maturità in questo 2002. La discussione della tesi è stata condotta in maniera abile, intelligente, provocatoria dal prof. Ravaglioli che è riuscito ad appassionare tutti i presenti. Stefano non si è lasciato intimidire dalle domande incalzanti e ha sostenuto consapevolmente e brillantemente tutte le obiezioni poste, riportando la votazione di 110/110 e lode. Possiamo anticipare che è nostra intenzione far trasferire l’intera commissione da Roma a Gubbio per la discussione delle tesi di laurea che si terranno nei primi mesi del 2003, svolgendo, così, nella nostra città anche il “rito finale”. Per intanto auguri e un abbraccio da tutto il corso di Laurea a Stefano Bocciolesi. Il titolo della tesi con la quale si è laureato era: Alle radici dell’obbedienza: tra autorità, potere e vita morale. Un titolo che assume il suo pieno significato nella scelta che nel frattempo Stefano ha fatto: terminati gli esami universitari, ha chiesto di essere ammesso tra gli alunni del Seminario regionale. Vuol provare a fare il prete tra autorità, potere e vita morale, facendosi prossimo a quei soggetti deboli al servizio dei quali l’Università di Gubbio lo ha preparato e, prima ancora, fortemente motivato.