Tra musica e testimonianza. I vincitori di “Saremo al C’entro” 2014

Tempo di lettura: 122 secondi

Saremo-al-Centro-2014Si è conclusa con tre serate all’insegna della musica giovane la 14a edizione di Saremo al Centro. Da venerdì 4 a domenica 6 luglio i 35 finalisti, tra gruppi e singoli cantanti, si sono esibiti di fronte ad un pubblico numeroso al parco Bellini di Ponte San Giovanni. L’evento, diventato a dimensione diocesana, è stato trasmesso anche in streaming in tutta Italia sulle frequenze di Umbria Radio, col commento di Marta Carloni. Anche quest’anno l’accompagnamento offerto dall’orchestra “Musica sull’acqua” di Magione, diretta dal maestro Lucio Canu, ha regalato alla manifestazione un’emozione in più.

Domenica 6 luglio, serata finale, a presentare sul palco gli ultimi finalisti c’erano Roberto Castellini, accompagnato da Chiara Casagrande e dalle gemelle Martina e Valentina Sforna. Bella musica e voci interessanti, tra sketch del duo Andrea ed Enrico e gli intermezzi da musical di Roberto e Chiara. L’orchestra, composta da giovani dai 14 ai 25 anni, ha regalato dei bei momenti musicali.

In conclusione di serata è intervenuto il neo sindaco Andrea Romizi per un breve saluto. È poi seguito, come è ormai tradizione della manifestazione, il momento della testimonianza. Luana e il marito Alex hanno raccontato la loro scelta di portare a termine la gravidanza dopo aver scoperto la malformazione del figlio. Una malformazione che nel corso dei mesi si è in gran parte risolta grazie anche ad un intervento eseguito dopo la nascita.

A tarda notte la giuria, composta da Mauro Formica (bassista), Roberto Forlini (batterista), Paolo Brancaleoni (cantautore) e Carlotta (cantante) ha decretato i vincitori delle tre categorie. Per la categoria cover live 1° il gruppo Estraneo, 2° Equilibrìo, 3° The Red Lady and Johnson Canova. Per la categoria cantautore 1° Saverio Mariani, 2° Simone Sabatino, 3° il gruppo Altrove. Categoria interpreti, 1° Erica Sposini, 2° Selene Capitanucci, 3° Landrea. Il premio consisteva in 20 ore di registrazione per le prime due categorie e 10 ore di registrazione per la terza categoria.

Il premio intitolato a “Don Annibale Valigi” è andato invece a Niccolò Bravi del gruppo Equilibrìo che ha vinto una borsa di studio alla Hope Music School (la scuola di musica della Cei a Roma). Il premio per il miglior testo è andato a Simone Sabatino, per l’impatto sul pubblico a Landrea, come miglior voce a Marlene.

Ottima riuscita dunque anche per questa edizione. C’è stato chi vociferava che per il futuro la manifestazione cambiasse location. Dal palco, a nome delle associazioni del territorio, si è ribadita la ferma richiesta di lasciarla dov’è sempre stata, dove è cresciuta grazie al lavoro di tanti volontari.

AUTORE: Manuela Acito