Trent’anni di Palio delle barche

A Passignano la manifestazio-ne delle barche si tiene da sabato 20 a domenica 28 luglio

Tempo di lettura: 137 secondi

Una delle competizioni tra rioni in una passata edizione del Palio delle barche di Passignano
Una delle competizioni tra rioni in una passata edizione del Palio delle barche di Passignano

Un intero paese coinvolto per la riuscita di una manifestazione ormai consolidata e che quest’anno compie 30 anni. È tutto pronto per la nuova edizione del Palio delle barche di Passignano sul Trasimeno che da sabato 20 a domenica 28 luglio diventerà l’evento simbolo e catalizzatore di tutto il comprensorio lacustre, attirando i tanti turisti che in questo periodo affollano la zona.

La manifestazione rievoca la storia dell’ultima battaglia che si è svolta nel paese nel 1495 tra le nobili famiglie perugine degli Oddi e dei Baglioni durante la quale questi ultimi, alleati dei Della Corgna, costrinsero i propri nemici a scappare, barche in spalla, dal castello verso il lago. Anche quest’anno i quattro rioni passignanesi (Centro storico, Centro due, Oliveto e San Donato) si sfideranno in una serie di prove di abilità per aggiudicarsi l’agognato Palio. Il 20 luglio, a partire dalle ore 18, nella sala consiliare, si terrà una conferenza dedicata alle sue origini storiche. Domenica avverrà la consegna delle chiavi del paese da parte del sindaco Rossi e la presentazione del Palio. Lunedì si svolgerà lo spettacolare incendio del castello, venerdì 26 la rievocazione della “Corsa delle brocche” e sabato 27 il lancio della sfida tra i rioni. Il momento clou sarà domenica 28 luglio con la sfida tra i rioni per aggiudicarsi il Palio, a cui parteciperanno 240 ragazzi del paese.

A partire da quest’anno ci sarà una novità: la consegna del premio “La perla del Trasimeno” che verrà consegnata ogni edizione ad un personaggio che, con la sua attività, ha contribuito, a livello culturale, sociale e turistico, allo sviluppo del nostro territorio. La prima Perla verrà consegnata a Bruno Bracalente, presidente della Fondazione PerugiaAssisi 2019.

Nel corso della settimana, a corollario della manifestazione, sarà possibile gustare aperitivi serali sul lungolago, ascoltando musica con il dj set della dj di Virgin Radio Giulia Salvi e assistere ogni sera (ore 22.30) a momenti musicali. Venerdì 26, invece, il Palio delle barche incontra “Trasimeno Blues” dando vita a tre diversi spettacoli. Prima, la “P-Funking band”, per le vie del centro storico, alle 18.30. Quindi, alle 21.30, alla pineta del Popolo, Eric “Guitar” Davis e la “Luca Giordano band” e, a mezzanotte, ai giardini del Molo, “Mike Sponza blues convention”. I rioni, poi, organizzano ogni sera taverne con piatti tipici, spettacoli, rappresentazioni storiche in costume e giocoleria.

La manifestazione nel corso degli anni, grazie al lavoro dei volontari e al coinvolgimento delle varie associazioni del territorio, è diventata un vero fenomeno sociale e popolare – è stato detto in sede di conferenza stampa di presentazione in Provincia – tanto da meritarsi il riconoscimento tra le “Meravilgie italiane”, Albo istituito dal ministero dei beni culturali in occasione dei 150 anni della Costituzione.

AUTORE: M. A.