Trevi: uno tra i borghi più belli d’Italia

Natura, arte, buon cibo e una posizione ottima: ecco perché Trevi è considerato uno tra i Borghi più belli
d’Italia

Trevi è un borgo che sorge tra Foligno e Spoleto. Si trova a 412 m di altitudine su un colle che si affaccia sulla via Flaminia. Già per la posizione merita sicuramente di essere annoverato tra i borghi più belli d’Italia, in più custodisce un grande patrimonio artistico e culturale.

Inoltre, fa parte dell’Unione di Comuni “Terre dell’Olio e del Sagrantino” per la presenza di molti ulivi nella zona e per l’importante produzione di olio.

STORIA

Trevi nasce in epoca romana lungo la via Flaminia. Successivamente passa sotto il dominio dei Longobardi e poi entra a far parte del Ducato di Spoleto. In seguito, viene annessa allo Stato Pontificio e vi rimane fino quasi al 1860.

COSA VEDERE A TREVI

  • SANTUARIO DELLA MADONNA DELLE LACRIME

Merita sicuramente una visita il Santuario della Madonna delle Lacrime, poco fuori Trevi. È così chiamato per la lacrimazione di un dipinto che raffigurava la Madonna. Costruito nel 1487 proprio per ricordare questo miracolo, conserva delle cappelle affrescate dal Perugino e dallo Spagna.

  • LE MURA

Oltre al Santuario, di notevole importanza storica sono le mura romane del borgo che risalgono al I secolo a.C. e le successive mura medioevali. Le mura romane, ancora ben conservate, delimitano il centro abitato.

Lungo le mura si aprono diverse porte tra cui Porta San Fabiano e l’Arco del Mostaccio.

Porta San Fabiano prende il nome da un’antica Chiesa nelle vicinanze, ormai distrutta. Veniva utilizzata soprattutto da chi andava a lavorare nei campi, essendo la porta più a valle. Aveva anche uno scopo difensivo, visto che era la prima porta che si presentava ad eventuali nemici.

L’Arco del Mostaccio fa parte della più antica cinta muraria e venne rimaneggiato intorno al 1200 con l’aggiunta dell’arco ogivale e della bifora. Mentre la sua base in breccione rosa risale all’antica porta di epoca romana.

  • CHIESA DI SAN FRANCESCO

Altro luogo imperdibile a Trevi è la Chiesa di San Francesco con l’annesso complesso museale. La Chiesa è in stile gotico e risale al XIV secolo. È dedicata all’omonimo Santo umbro che visitò e predicò anche a Trevi.
La Chiesa ospita il sepolcro di Giacomo Valenti e un organo monumentale cinquecentesco.

Il complesso museale è diviso invece in due parti: una pinacoteca e una zona dedicata all’archeologia. Nella pinacoteca si trovano tantissime opere del Duecento e del Trecento e la pala d’altare con l’incoronazione della Vergine realizzata dallo Spagna.

  • PALAZZO LUCARINI

Oltre a diverse Chiese, a Trevi si trovano dei palazzi nobiliari artisticamente interessanti, tra i quali Palazzo Lucarini. Questa dimora prende il nome da una famiglia che lo abitò fino al 1673.

Oggi il primo piano del palazzo ospita un Centro di arte contemporanea in cui vengono spesso organizzate
delle mostre.

Buon cibo, chiese, arte, cultura, un’ottima posizione e la nomina tra i “Borghi più belli d’Italia” sono sicuramente dei validi motivi per passare da Trevi durante un giro in Umbria.

Sophia Schippa

Le foto provengono dal sito http://regione.umbria.mediagallery.it/

LASCIA UN COMMENTO