Tutti in piazza con san Giacomo

La annuale festa della parrocchia di San Giacomo diventa sempre di più un momento di aggregazione anche civile

Tempo di lettura: 121 secondi

Far rivivere la piazza del paese è uno degli obiettivi che l’oratorio della parrocchia di S. Giacomo di Spoleto si pone con la prossima festa (domenica 25 luglio) di san Giacomo Apostolo. La ricorrenza, di antiche origini, trova il suo centro nella omonima frazione della piana spoletina. Nucleo principale dei festeggiamenti sarà la piazza del paese, dove si affacciano il castello a tre torri del 1300 e la chiesa del sec. XIII. Collegata ad essa si trovava un tempo un ospedale, nato per assistere i pellegrini che, attraverso la Flaminia, si dirigevano verso Roma o Santiago de Compostela. Fino al 1568 l’edificio era ad una sola navata. Fu poi il parroco don Felice Mansueto a far costruire le due navate laterali. All’inizio erano presenti solo due porte e non tre com’è attualmente. Questo particolare è confermato da un affresco che si trova a metà della navata sinistra che raffigura la Madonna del Rosario. Nel dipinto, uno degli oranti porge alla Vergine il modellino della chiesa, dove sono ben visibili le due porte della facciata. La chiesa è molto conosciuta dagli studiosi di arte per la presenza di alcuni affreschi realizzati da Giovanni di Pietro detto lo Spagna, allievo del Perugino, il quale lavorò molto in Umbria, in particolare a Todi, Assisi, Trevi e Spoleto. Nella chiesa di San Giacomo apostolo sono presenti numerosi dipinti dell’artista: l’Incoronazione della Vergine tra angeli e santi nella calotta absidale, San Giacomo tra le due storie della sua vita nel tamburo, l’Annunciazione tra santa Lucia e sant’Apollonia nell’arco trionfale, la Madonna in gloria col Bambino ed i santi Gregorio, Sebastiano e Rocco nella cappella absidale. Programma religioso. Domenica 25 luglio alle 11.30, giorno della festa liturgica del Santo, solenne celebrazione eucaristica presieduta dal parroco mons. Luigi Piccioli. Alle 21 processione per le vie del paese con la reliquia del Santo. Programma civile. Da tre anni la festa di san Giacomo, per volontà dei membri dell’oratorio, ha assunto un carattere anche civile oltre che religioso. L’intenzione è quella di far tornare la piazza centro di aggregazione del paese. I festeggiamenti inizieranno mercoledì 21 luglio alle ore 20 con la terza edizione della “Gara podistica, II° Memorial Marco Capitini”. La manifestazione, con partecipanti provenienti da tutta l’Umbria, prevede più di 6 km di tracciato per le vie del paese. Giovedì 22 luglio alle ore 21 “Giovani cantanti in festa”. Venerdì 23 luglio, sempre alle ore 21, torneo di biliardino e ping-pong nei locali della parrocchia.

AUTORE: Sara Scarabottini