Un giovane che diffonde gioia

Il 7 dicembre il diacono Simone Maggi verrà ordinato sacerdote in cattedrale

Tempo di lettura: 104 secondi

Martedì 7 dicembre, vigilia della solennità dell’Assunta, la Chiesa diocesana sarà in festa per l’ordinazione di un nuovo sacerdote. Alle ore 18 nella cattedrale di S. Maria Assunta il diacono Simone Maggi sarà prete per l’imposizione delle mani e la preghiera consacratoria dell’Arcivescovo Renato Boccardo. Prima di ricevere l’ordine del diaconato (14 marzo 2010) Simone, oltre a frequentare il Seminario di Assisi per gli studi teologici, si è anche formato per cinque anni nella parrocchia di S. Giacomo di Spoleto. D’ora in poi, invece, svolgerà il suo servizio nelle parrocchie del Duomo e di S. Gregorio, nel centro storico della città, coadiuvando il parroco mons. Luigi Piccioli, il parroco coadiutore don Josef Gercàk e il vicario parrocchiale don Davide Travagli. Don Simone è figlio della nostra terra, di quella valle spoletina tanto cara a san Francesco. È infatti nato 34 anni fa nella parrocchia di S. Angelo in Beroide di Spoleto. Si è sempre presentato a tutti, giovani e meno giovani, con la sua affabilità e riservatezza. Simone è entrato nelle nostre vite – parlo in prima persona in quanto parrocchiana di S. Giacomo – un po’ in punta di piedi, per poi diventare come un figlio per tutte quelle persone anziane e malate che andava a trovare a casa e un po’ come un fratello maggiore per noi ragazzi. Ha sempre sostenuto e incoraggiato ogni nostra attività, partecipando ai campeggi estivi, impegnandosi in prima persona anche nei giochi più diversi. Ci ha trasmesso la gioia di servire il Signore. Importante è stato anche il suo contributo per la catechesi nei gruppi di preparazione alla cresima. Nella sua formazione un ruolo importante hanno avuto anche i ragazzi diversamente abili della casa famiglia Oami di Baiano, opera segno della Caritas diocesana, dove ha fatto esperienza di volontariato per alcuni anni, accompagnandoli ai soggiorni marini estivi e dove si reca regolarmente almeno una volta alla settimana. “In questo periodo prima dell’ordinazione – dice Simone – è stato molto importante l’attività pastorale svolta prima a S. Giacomo ed ora nella nuova parrocchia. Spero di crescere spiritualmente ancora di più, accanto alla gente, in particolar modo ai giovani”.

AUTORE: Sara Scarabottini