Un Islam moderno in dialogo con l’Occidente

Religione aperta, ma che 'assorbe' in sé tutte le altre, secondo l'intellettuale tunisino Talbi

Tempo di lettura: 137 secondi

Mohamed Talbi è un anziano intellettuale tunisino, professore onorario della facoltà di Scienze umane di Tunisi. Nato nel 1920, è assertore affermato di un islam moderno, coerente con la democrazia e la cultura contemporanea. Disponibile al dialogo con il cristianesimo, nel quale si è confrontato con il grande pensatore cristiano ortodosso Olivier Clément (1921 ‘ 2009) in un testo pubblicato in Francia nel 1989 (tradotto in italiano dall’editrice San Paolo nel 1994). Più recentemente è uscito un piccolo libro della Jaca Book (2007) che rappresenta una occasione facile e rapida per conoscere la linea modernista dell’attuale corrente di intellettuali di una nazione a maggioranza musulmana che tenta la via della modernizzazione contro i tentativi dei fondamentalisti che vogliono imporre la sharia (la legge coranica come codice penale). Talbi riesce a presentare in 70 paginette il significato fondamentale del Corano nel suo valore attuale e universale. È chiaramente un’opera apologetica, in cui la fede prevale sull’analisi critica; mostra come anche i più avveduti fedeli dell’islam lo pensino destinato a diffondersi ovunque, rappresentando la religione del futuro che supera e completa tutte le religioni del mondo. La caratteristica che Talbi mette in bella evidenza è che il Corano non è stato ‘rivelato’, ma è ‘disceso’ da Dio; in esso Maometto non ha lasciato nessuna traccia, essendo stato soltanto un trasmettitore. Un libro quindi veramente e assolutamente santo perché è la parola di Dio comunicata agli uomini. Non è il libro degli arabi, ma di tutti gli uomini, perché l’islam rappresenta – agli occhi della fede di Talbi e di ogni vero musulmano – la religione che Dio ha pensato per tutti gli esseri umani fin dal principio; tanto da poter dire che tutti i giusti del passato e quelli del futuro, anche senza saperlo, fanno parte dell’Islam eterno e universale. Talbi parla del Corano con espressioni di grande fascino, come un uomo veramente entusiasta della sua fede. Come questo, anche tanti altri libri di esaltazione della religione islamica sono in circolazione editi anche da case editrici cattoliche. Questo si può giudicare come un grande esempio di dialogo e di libertà cristiana: non ha l’equivalente da parte musulmana, che non perde occasione per mettere in evidenza le caratteristiche ritenute negative della dottrina e della prassi cristiana. Un esempio è tratto dallo stesso Talbi, quando dice che nel Corano non ci sono racconti mitologici, miracoli fantastici e misteri insondabili come nella Bibbia, ma tutto è logico e razionale. Così non ci sono immagini, riti magici quali sono a loro avviso i sacramenti, ma solo la preghiera, il digiuno, l’elemosina. Un cristiano che legge questo libro sarà certamente spinto ad approfondire la propria fede e a prendere coscienza della forza di attrazione e penetrazione che l’islam esercita tra l’ignoranza e l’indifferenza di tanti cattolici. Mohamed TalbiUniversalità del CoranoJaca Book, Milano 2007

AUTORE: Elio Bromuri