Una luce per San Benedetto

Norcia: il 21marzo presiederà la messa il card. Angelo Sodano

Tempo di lettura: 101 secondi

L’Arcivescovo di Spoleto-Norcia, mons. Riccardo Fontana, domenica 8 Marzo ha acceso, nella basilica di San Benedetto, la ‘Fiaccola pro pace et Europa una’. Con il presule c’erano i sacerdoti del territorio nursino, tra cui l’arciprete, mons. Mario Curini, e padre Cassian Folsom, priore della comunità benedettina. Alla celebrazione eucaristica era presente il commissario prefettizio del Comune, Giancarlo de Filippis, le autorità militari del territorio e molti fedeli. Prendendo spunto dalle letture proposte dalla Chiesa per la seconda domenica di Quaresima, mons. Fontana ha esortato i cristiani ad avere una fede che vada al di là delle apparenze. ‘C’è troppa superficialità nella nostra società’, ha detto l’arcivescovo. ‘Dobbiamo ritrovare la via della sobrietà, mettere da parte il lusso e i privilegi, riproporre all’Europa e al mondo – a partire da Norcia, patria di san Benedetto ‘ la meraviglia di Dio. Questo è il significato della Fiaccola benedettina. Riprendiamo i nostri passi e proponiamo una via d’uscita a questo Occidente sempre alla ricerca della soddisfazione dei sensi. Vogliamo invitare tutti, ha concluso il presule, a salire a Norcia e scoprire la fede di Benedetto. Le celebrazioni in suo onore non sono uno spettacolo, ma una via per un impegno concreto a favore degli altri, una strada per far sì che la fede prevalga’. Mercoledì 11 marzo la Fiaccola accesa a Norcia è stata portata in Vaticano, dove è stata accolta e benedetta da papa Benedetto XVI, che del grande Patriarca nursino ha scelto il nome. La delegazione che si è recata dal Pontefice era guidata dall’arcivescovo Riccardo Fontana e dal commissario prefettizio di Norcia. C’erano anche una centinaio di studenti del Liceo scientifico di Spoleto ‘A. Volta’, così come una rappresentanza di cittadini di Norcia. Poi, il piccolo segno di pace sosterà nei maggiori luoghi benedettini del Lazio, delle Marche e dell’Umbria. Il gemellaggio sarà con la città di Cassino e con la locale, famosa, abbazia. Rientrerà a Norcia la sera del 20 marzo. Il 21, solennità di san Benedetto, pontificale presieduto dal cardinale Angelo Sodano, decano del Collegio cardinalizio.