Una vita per la Bibbia

LIBRI. Esce l’autobiografia di don Oscar Battaglia, scritta su sollecitazione degli amici

Tempo di lettura: 168 secondi

Un gruppo di ex alunni del Pontificio seminario regionale di Assisi, affezionati al loro vecchio rettore e professore di sacra Scrittura, ha ottenuto, dopo molte insistenze, la stesura di queste memorie, vincendo finalmente la sua naturale riservatezza. Gli amici ritenevano che avesse molte cose interessanti da raccontare sulla sua vita, dalle brevi e sporadiche confidenze che avevano udito nelle vita in comune con lui. Dopo tante sollecitazioni, ecco finalmente il suo libro di ricordi.Il lettore può facilmente e piacevolmente costatare che le notizie contenute in questa opera autobiografica giustificavano abbondantemente le aspettative che stavano dietro la richieste degli amici. Ne è risultata una ricca miniera di ricordi e di riflessioni, raccolti da quest’uomo che ha attraversato con i suoi ottanta anni tante stagioni della vita personale ed ecclesiale, conosciuto, stimato e amato da molti preti e laici della nostra regione. La sua è una vita attiva, che si può definire avventurosa, spesa totalmente per la Chiesa di Dio che è in Umbria. Don Oscar inizia con lo svelarci i segreti della sua fanciullezza nella piccola frazione di Todiano di Preci, in diocesi di Norcia e in provincia di Perugia; ci narra la sua migrazione a Roma a 9 anni per il faticoso lavoro minorile di ragazzo di bottega, durato tre anni. Percepisce la sua chiamata al sacerdozio all’età di 12 anni, e decide di riprendere gli studi, troppo presto interrotti, nel Seminario vescovile di Norcia. L’adolescenza e la giovinezza li ha trascorsi nel Pontificio seminario regionale di Assisi dove ha completato gli studi di liceo e di Teologia e dove è tornato da prete, per altri tre anni, come vice rettore con mons. Dino Tomassini.La Congregazione dei seminari gli assegnò una borsa di studio per completare gli studi di teologia alla Pontificia università gregoriana di Roma prima e al Pontificio istituto biblico poi. Dopo questa laboriosa parentesi è tornato in Umbria ad insegnare sacra Scrittura a tante generazioni di preti, religiosi, suore e laici. Molti saranno lieti di ritrovare nella pagine di questo libro il loro vecchio e amato insegnate conosciuto in cattedra, ma meno nella vita quotidiana e nel lavoro extrascolastico. Ha iniziato ad insegnare proprio alla conclusione del Concilio Vaticano II, portando una ventata di rinnovamento sia negli studi biblici sia nella pastorale parrocchiale e regionale. Tutte le diocesi umbre lo hanno richiesto e avuto per l’aggiornamento sui documenti del Concilio: don Oscar ha fatto il giro della regione per diffondere con equilibrio le novità del grande evento ecclesiale. Tutto questo senza trascurare il lavoro pastorale, prima nella parrocchia di Passaggio di Bettona e poi nella parrocchia di Bastia. Il libro termina con il racconto sereno delle dolorose e numerose vicende delle sue malattie tumorali, che hanno richiesto lunghi ricoveri in ospedale con operazioni difficili e dolorosissime. Negli intervalli delle sue malattie ha ripreso a viaggiare nel Medio Oriente guidando numerosi gruppo di pellegrino nei luoghi della Bibbia. Tutto questo in un racconto affascinante condotto con vivacità, gusto letterario e calore umano. Come è precisato dal gruppo di amici, siamo lontani da un’opera celebrativa di propaganda personale. È solo un insieme di confidenze nate tra amici che si raccontano, senza pretese, le loro personali avventure. Come tali le presentiamo e vorremmo che fossero lette. Oscar Battaglia, “Il libro delle memorie. Per non dimenticare l’amore di Dio” Il volume si può richiedere a don Luciano Condotti, Colli sul Velino, Rieti

AUTORE: Luciano Candotti, per il gruppo Moggio e Colli sul Velino