Al via l’825simo anniversario di dedicazione della Cattedrale: un anno ricco di appuntamenti

La Cattedrale di Santa Maria Assunta di Spoleto, celebra l’825simo anniversario della dedicazione. Fu, infatti, consacrata nel 1198 da Papa Innocenzo III. Per sottolineare questo importante avvenimento, l’arcivescovo Renato Boccardo ha indetto uno speciale anno giubilare che verrà avviato domenica 16 ottobre alle ore 16 e si concluderà il 15 ottobre del prossimo anno.

Questo speciale anno sarà segnato da diverse iniziative a livello pastorale, culturale e artistico che sono state presentate alla stampa lunedì 10 ottobre da parte dell’Arcivescovo, della professoressa Giovanna Sapori coordinatore del comitato scientifico, di don Pier Luigi Morlino delegato della pastorale giovanile e dal dottor Andrea Rutili direttore dell’ufficio beni culturali della Diocesi.

Le parole dell’Arcivescovo

“Questo anno -scrive il Presule nella Lettera pastorale Chiesa di Cristo, Chiesa per il mondo- è l’occasione per ripercorrere la storia della nostra splendida Cattedrale non come erudito ricordo di fatti e personaggi né come rievocazione di presunte glorie passate, ma come riflessione spirituale su quello che siamo stati, su quello che siamo e su quello che siamo chiamati ad essere per edificare la nostra Chiesa locale con una vita santa e con scelte individuali e collettive conformi al Vangelo”.

L’auspicio dell’arcivescovo è chiaro.

“Coltivo in preghiera -aggiunge- il desiderio che questi mesi costituiscano un autentico tempo di grazia nel quale rinsaldare i vincoli di unità e comunione che ci fanno popolo di Dio pellegrino in terra umbra, rinnovando entusiasmo e generosità nell’annuncio nel servizio del Vangelo”.

La ricorrenza degli 825 anni coinvolgerà le diverse realtà diocesane, le associazioni, i movimenti, le istituzioni, il mondo della cultura e della scuola. Tutti gli appuntamenti verranno resi pubblici nel sito della diocesi.

Il programma delle celebrazioni dell’anniversario di dedicazione della Cattedrale

In particolare, accanto alle varie celebrazioni giubilari: si terranno un serie di conferenze catechetico-formative; i fedeli delle Pievanie saliranno pellegrini in Duomo; ci sarà un pellegrinaggio diocesano a Roma; le Poste Vaticane emetteranno un annullo filatelico; la Penitenzieria Apostolica ha concesso l’indulgenza plenaria; il presbitero e compositore monsignor Marco Frisina ha musicato la Messa del Giubileo; è stato indetto un concorso musicale per una Messa in onore della Vergine Maria; l’artista Daniela Longo ha realizzato con tecnica mista due riproduzioni della Cattedrale; la Diocesi ha stampato un volume dal titolo Cattedrale di Santa Maria Assunta – uno sguardo pastorale.

In occasione del Giubileo, in Cattedrale sono state installate telecamere ed una regia stabile per consentire le dirette video ed è stata cambiata l’illuminazione del catino absidale, della cappella che ospita la croce di Alberto Sotio, di quella in cui è presente l’affresco del Pinturicchio e di quella che conserva il Biglietto di frate Francesco a frate Leone.

Nel corso dell’anno si terranno alcune iniziative culturali che faranno emergere la vivacità artistica e il fermento religioso della Città di Spoleto e della sua Cattedrale nel XII secolo. Un apposito comitato scientifico (coordinato dalla professoressa Giovanni Sapori e di cui fanno parte i professori Massimiliano Bassetti, Maria Teresa Gigliozzi, Enrico Menestò, Emore Paoli, Serena Romano e Bruno Toscano), ha scelto come tema Spoleto sacra 1200.

Spoleto sacra 1200

In particolare, nel periodo che va da marzo a giugno 2023, sono in programma: una giornata di presentazione sui temi della storia di Spoleto, dei vescovi e della diocesi, del culto dei martiri e dei santi, del rinnovamento della Cattedrale e della Città; dieci visite guidate con docenti universitari ad alcune chiese, compresa la Cattedrale, per illustrare gli aspetti dell’architettura e dell’arte nel XII e XIII secolo; una mostra allestita al Museo diocesano in cui saranno esposti documenti e opere collegati o collegabili al rinnovamento della Cattedrale e al suo ambiente storico, religioso e artistico tra il XII e il XIII secolo tra cui: pergamene fra il 1067 e il 1260; dipinti, miniature e sculture, alcuni visibili per la prima volta da vicino e altri mai esposti; per l’occasione tornerà a Spoleto, dopo secoli, la Bibbia atlantica del 1080-1090 proveniente dalla chiesa di San Ponziano e oggi nella Biblioteca di San Daniele del Friuli.

Il coinvolgimento del mondo della scuola

 Le scuole di ogni ordine e grado hanno aderito con interesse a vari progetti proposti dalla Diocesi e inerenti l’825simo anniversario di dedicazione della Cattedrale.

C’è chi analizzerà i risvolti della Cattedrale nella vita civile della Città, chi farà da cicerone in Cattedrale, chi realizzerà la torta del Giubileo, chi cucirà quattro casule (la veste liturgica di chi celebra la Messa) per il Duomo, chi realizzerà dei video, chi dei plastici e/o disegni, chi approfondirà il legame del Duomo con le chiese della Valnerina, chi studierà i vari personaggi legati alla Cattedrale.

LASCIA UN COMMENTO