Alla riscoperta del Battesimo

Spoleto. Assemblea diocesana nella chiesa di S. Domenico

Tempo di lettura: 120 secondi

La processione con gli stendardi dei Santi
La processione con gli stendardi dei Santi

Domenica 20 ottobre la Chiesa diocesana di Spoleto-Norcia ha celebrato l’Assemblea diocesana dal tema “Rinati dall’acqua. La novità ricevuta nel Battesimo”, evento ecclesiale che ha segnato l’avvio ufficiale delle attività per l’anno pastorale 2013-2014.

Dopo le assemblee nei cinque vicariati (tenutesi il 29 settembre e il 6 ottobre), tutti gli operatori pastorali si sono ritrovati il pomeriggio di domenica 20 ottobre nella chiesa di S. Domenico a Spoleto per ascoltare la prolusione dell’arcivescovo mons. Renato Boccardo. Sacerdoti, religiosi e religiose, operatori pastorali, famiglie, giovani, e membri di movimenti o di associazioni riempivano la grande e bella chiesa spoletina.

Mons. Boccardo ha sviluppato il suo intervento, pubblicato per intero nel sito internet dell’archidiocesi (www.spoletonorcia.it), in quattro punti: Riscoprire il Battesimo; Dalla ricchezza delle prospettive alla verità dell’esperienza; Una mistagogia permanente; Conclusione.

Alla fine della sua relazione l’Arcivescovo ha annunciato il pellegrinaggio diocesano in Terra Santa: “Invito tutti – ha detto – a partecipare al Pellegrinaggio diocesano in Terra Santa a conclusione della Visita pastorale, dal 13 al 20 ottobre del prossimo anno. Confido che anche questa sia una occasione preziosa per confermare la nostra fede ed approfondire i rapporti di comunione tra noi. Le iscrizioni saranno possibili nelle diverse parrocchie a partire da gennaio 2014”.

Al termine, è stata avviata la processione verso la Basilica cattedrale, ove è stata celebrata l’eucaristia. Insieme al popolo di Dio, hanno“camminato”, come già accaduto lo scorso anno, gli stendardi dei principali Santi dell’archidiocesi, poi sistemati ai lati della navata centrale del Duomo. Per l’occasione è stata esposta alla venerazione dei fedeli la Santissima Icone. Il servizio all’altare è stato svolto dal gruppo dei ministranti della diocesi. La liturgia è stata animata da diversi cori delle parrocchie.

Nell’omelia l’Arcivescovo ha sottolineato come la “preghiera è il segno della fiducia in Dio. Quando siamo certi che una persona ci vuole veramente bene, con spontaneità e facilità le chiediamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno e che è buono. Il credente ha una fiducia così grande in Dio, che a lui domanda con semplicità e a lui si rimette”. Al termine dell’omelia è stata fatta memoria del Battesimo e, dopo aver benedetto l’acqua e rinnovato con i fedeli la professione di fede, mons. Boccardo ha asperso l’assemblea. Prima della benedizione finale c’è stato l’atto di affidamento alla Vergine Maria.

LASCIA UN COMMENTO