La camminata “Luca’s Day” per promuovere le donazioni di sangue

Tempo di lettura: 114 secondi

Succede in tutta Italia, e anche in Umbria: nel 2018 è continuato a calare il numero dei donatori di sangue. È un serio problema, perché la scienza e la medicina fanno passi da gigante per proteggere la nostra salute, ma non sono ancora riuscite a “inventare” qualcosa in grado di sostituire il sangue umano.

Ci sono però anche segnali positivi, come a Perugia, dove invece l’anno scorso il numero dei donatori è aumentato. Grazie soprattutto a un’iniziativa che l’Avis sta cercando di applicare in tutta la regione. Si tratta della possibilità di prenotarsi per donare il sangue, evitando le file e la perdita di tempo per chi ha un lavoro e altri impegni.

Il 2018 – ha detto Fabrizio Rasimelli, presidente dell’Avis del Comune di Perugia nel corso dell’assemblea annuale – “è stato un anno di speranza che viene dopo due anni difficili. Un anno di ripartenza, con una inversione di tendenza che fa ben sperare, seppure in un quadro generale dell’Umbria dove ancora prevale il segno meno”.

Un’altra delle novità positive nel 2018 è stata la creazione del Gruppo giovani Avis Perugia, con 10 ragazzi impegnati come volontari. In occasione dell’assemblea il presidente Rasimelli ha consegnato una targa al padre di Leonardo Cenci, “un grande amico dell’Avis – ha detto – che tanto ha dato alla vita, facendoci ricordare che con il sorriso la vita è più bella”. Il presidente ha poi annunciato che Perugia sarà candidata per ospitare il prossimo anno l’assemblea nazionale di Avis, per la quale sono attesi più di 1.500 fra delegati e ospiti.

Sempre a Perugia, per il 14 aprile è in programma “Luca’s Day”, la prima camminata non competitiva di 4,5 chilometri, promossa dal podista non vedente Luca Aiello “Atleta del cuore 2019”, e aperta a tutti coloro che vogliono diventare donatori di sangue. Si tratta di un’iniziativa nata dalla collaborazione con il “Progetto cuore” del Comune di Perugia, le associazioni perugine Amos-Ds (Associazione amici dell’ospedale-donatori di sangue), l’associazione “Per mano” e l’Azienda ospedaliera. Dalla pista ciclabile di Pian di Massiano, a piedi o in bicicletta, si raggiungerà l’ospedale Santa Maria della Misericordia, dove si potrà donare il sangue.

L’associazione “Per mano” si occuperà di accompagnare i non vedenti.

Per partecipare consultare il sito www.donatoriamosperugia.it oppure telefonare ai numeri 334 8107054 o 349 4278646.

Enzo Ferrini

LASCIA UN COMMENTO