Celebrazioni dell’Assunta, dopo due anni torna la processione per le vie di Spoleto

Il 15 agosto la Chiesa celebra la solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria. A Spoleto e nell’intera Diocesi questa festa è particolarmente sentita perché all’Assunta sono intitolate varie parrocchie e chiese, tra cui la Basilica Cattedrale.

 Il programma delle celebrazioni dell’Assunta

  • Venerdì 12 agosto alla ore 21, presso il Santuario della Madonna delle Lacrime a Trevi: Salvatore Martinez, presidente del Rinnovamento nello Spirito Santo, guiderà una preghiera di intercessione per la guarigione delle ferite della vita.
  • Sabato 13 agosto alle ore 21 presso la parrocchia di San Venanzo in Spoleto: preghiera mariana con supplica per la gioventù nel ricordo dell’incontro tra la Santissima Icone e Francesco Possenti, futuro San Gabriele dell’Addolorata. Era il 22 agosto 1856, Ottava dell’Assunzione e a Spoleto si teneva la processione per le vie della Città con la Santissima Icone. Quando la Vergine passò dinanzi a Francesco Possenti, che viveva a Spoleto con la famiglia, il giovane sentì nel cuore queste parole: Francesco, che stai a fare al mondo? Tu non sei fatto per il mondo. Segui la tua vocazione. In quel momento prese la decisione di diventare religioso passionista: Oh! In quale abisso sarei certamente caduto se Maria, benevola persino con quello che non la invocano, non fosse accorsa misericordiosamente in mio aiuto in quell’Ottava della sia Assunzione, avrebbe detto qualche tempo dopo.
  • Domenica 14 agosto alle ore 21, a Spoleto: dopo due anni di sospensione a causa della pandemia, torna la processione, presieduta dall’arcivescovo di Spoleto-Norcia monsignor Renato Boccardo, con la Santissima Icone dalla chiesa di San Gregorio alla Basilica Cattedrale.
  • Lunedì 15 agosto, nel Duomo di Spoleto, Duomo: alle 9, Celebrazione Eucaristica; alle 11.30, Solenne Pontificale presieduto dall’arcivescovo e benedizione alla Città e alla Diocesi dalla Loggia centrale della Cattedrale; alle 18, Celebrazione Eucaristica.

LASCIA UN COMMENTO