Festa di tutti i santi e commemorazione dei defunti

Gli orari delle celebrazioni nella parrocchia di Bastia Umbra

Tempo di lettura: 151 secondi

Venerdì 1′ novembre – secondo la tradizione cattolica è la festa di tutti i Santi o come dicevano i Latini “Ognissanti”- e il 2 novembre la commemorazione dei fedeli defunti. Ogni parrocchia celebra questa festività coinvolgendo l’intera comunità cristiana, così anche quella di Bastia Umbra vive questo momento con particolare intensità religiosa. Ma quali sono le origini di questa festa, come mai proprio nel giorno del primo novembre e chi l’ha istituita nel corso della storia? Non dobbiamo pensare che la festa dei Santi e dei morti coincida con quella di Halloween, come oggi comunemente si fa credere ai bambini.

La solennità di tutti i Santi ha la sua origine in analogia con simili celebrazioni introdotte da diverse chiese orientali nel IV e V secolo. Ad Antiochia si celebrava una festa per tutti i martiri nella prima domenica dopo Pentecoste. La celebrazione fu introdotta a Roma con la stessa data nel VI secolo. Dopo cent’anni, nel 609 papa Bonifacio IV la fissò al 13 maggio, in concomitanza col giorno della dedicazione del Pantheon alla Madonna e a tutti i martiri e il monumento assunse allora il titolo cristiano di “Sancta Maria ad Martyres”. Il ricordo di questa solenne dedicazione si celebrava ogni anno con la straordinaria presenza di numerosi pellegrini. Nell’835, la data risulta spostata, questa celebrazione venne trasferita da papa Gregorio IV al 1’novembre, forse probabilmente per i lavori agricoli, poiché dopo il raccolto autunnale era più facile reperire cibo e bevande per la grande moltitudine di pellegrini che si riversava a Roma. Questa solennità ci richiama ai valori cristiani della vita eterna, della comunione dei santi e della fraternità. Per quanto concerne la commemorazione dei defunti, dovuta all’iniziativa dell’abate di Cluny, Sant’Odilone, nel 998, non era del tutto nuova nella Chiesa, poiché ovunque si celebrava la festa di tutti i Santi, il giorno successivo era dedicato alla memoria di tutti i defunti. Nel 1311 a Roma questa commemorazione venne sancita ufficialmente.

Le varie celebrazioni della parrocchia di Bastia Umbra durante queste festività subiranno dei cambiamenti. Nella giornata del 1’novembre le celebrazioni delle messe seguono l’orario festivo. Nel pomeriggio presso il cimitero di Bastia, alle ore 15.00 la benedizione delle tombe, alle ore 16 la solenne celebrazione presso la chiesa del Redentore del medesimo cimitero. Alle ore 17 è in programma il grande concerto del Coro polifonico “Città di Bastia”. Non viene celebrata la messa pomeridiana delle 17.00 nella chiesa parrocchiale. Sabato 2 novembre per la commemorazione dei defunti, le celebrazioni al cimitero saranno alle ore: 8 – 9 – 10.30 – 16. Alle ore 19 nella chiesa parrocchiale, la celebrazione sarà animata dal coro di Casa Chiara con l’antico canto “‘Requiem”. Da lunedì 4 novembre a domenica 10 novembre – Ottavario dei Morti con il seguente orario: 7.15 presso le monache benedettine, 7.30 presso le suore spagnole, 16 presso la chiesa del cimitero, 19 nella chiesa di S. Rocco. Domenica 10 novembre si rispetterà l’orario festivo nella chiesa parrocchiale. Nella chiesa del cimitero la messa seguirà questo orario: 9 – 10.30 – 16. Per l’occasione non si celebrerà la messa delle ore 10 a S. Lorenzo, delle 10.30 a Madonna di Campagna e delle 17 a S. Michele Arcangelo.

AUTORE: Ombretta Sonno