La fiaccola benedettina parte dalla basilica di Norcia, visitabile per un giorno

Tempo di lettura: 127 secondi

Con l’accensione della fiaccola benedettina che avverrà a Norcia sabato 23 febbraio alle 16 circa entreranno nel vivo le celebrazioni benedettine 2019.

Un momento che si preannuncia particolarmente emozionante poiché il “fuoco di Benedetto” sarà attinto direttamente da un lume che sarà posizionato all’interno della navata centrale della Basilica, sgombra in buona parte dalle macerie e che ha “restituito” il suo pavimento praticamente intatto.

L’apertura eccezionale della basilica di Norcia

In questa occasione, in via del tutto eccezionale, sarà data l’opportunità a chiunque voglia di poter entrare all’interno della chiesa simbolo del sisma del 30 ottobre 2016 e che, negli ultimi tempi, ha acceso un importante dibattito in merito alla sua ricostruzione. La basilica di San Benedetto è stata oggetto anche di particolari attenzioni da parte dell’Europa la quale già all’indomani del terremoto ne ha garantito il rifacimento, stanziando circa dieci milioni di euro.

Sarà dunque un momento particolare in cui i nursini potranno riappropriarsi della loro Basilica “rientrando” così simbolicamente per la prima volta in una chiesa. Accesa la fiaccola benedettina, inizierà il suo cammino per l’Europa.

Dove approderà la fiaccola

Quest’anno la mèta scelta è stata la Polonia ed in particolare Cracovia, terra di san Giovanni Paolo II che tanto si è adoperato per la pace nel mondo, appellando esso stesso nel corso del suo pontificato la fiaccola “Pro Europa Una” anche come “Pro Pace”.

Dopo che sarà benedetta da Papa Francesco il prossimo 27 febbraio nel corso dell’ Udienza generale, la fiaccola partirà per l’estero. Nel suo cammino polacco, la luce di Benedetto raggiungerà anche il campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, luogo altamente simbolico e significativo per la trasmissione di consapevolezza e contrasto all’indifferenza.

Il patrocinio del Parlamento europeo

Il programma è stato annunciato in una partecipata conferenza stampa a Roma lo scorso 18 febbraio alla presenza del presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani.

Il Parlamento europeo infatti da anni concede l’alto patrocinio all’iniziativa poiché “crede fermamente nel valore della pace e della giustizia diffusi in Italia e in Europa dal cammino della fiaccola benedettina ed è meritoria l’opera portata avanti dai sindaci delle tre città di Norcia, Subiaco e Cassino nel riscoprire la nostra identità” ha detto lo stesso Tajani.

“Occorre far appello a valori più forti e sempre attuali che il messaggio benedettino può dare e di cui noi siamo importanti depositari e non dobbiamo mai smettere di promuoverlo e di portare avanti con determinazione quei valori di pace per cui l’Europa si è fatta garante” ha detto il sindaco di Norcia Nicola Alemanno.

Paolo Millefiorini

LASCIA UN COMMENTO