Giornata diocesana del GREST: Gli oratori colorano di gioia Perugia

A Perugia circa 3000 persone tra bambini, ragazzi, animatori, coordinatori di Oratori accompagnati da genitori e nonni per la consueta “Giornata Diocesana del Grest”

Tempo di lettura: 223 secondi

grestIeri mattina, 27 giugno 2015, si sono ritrovati al “Percorso Verde” di Perugia circa 3000 persone tra bambini, ragazzi, animatori, coordinatori di Oratori accompagnati da genitori e nonni per la consueta “Giornata Diocesana del Grest”. L’appuntamento, divenuto ormai cruciale all’interno del calendario della Chiesa perugina, è stato occasione di grande festa in cui l’organizzazione ha desiderato ritagliare uno spazio anche per le famiglie dei bambini degli oratori diocesani, divenendo così “Festa diocesana del Grest e delle Famiglie”.

I partecipanti sono giunti da quasi tutte le parrocchie per vivere insieme un momento di comunione e condivisione all’insegna della gioia e del divertimento. Animazione, bans e giochi organizzati su 6 grandi aree del Percorso Verde, colorato e abbellito con giganti palloni volanti recanti la scritta “I Love Grest”, hanno intrattenuto i bambini presenti, accompagnati dai loro animatori, che in questo tempo estivo offrono il loro tempo al servizio degli altri con cura, passione ed entusiasmo.

Tema centrale, in questo tempo estivo di Grest, “NORD SUD OVEST OZ”, liberamente ispirato al libro di Frank Baum “The Wonderful Wizard of Oz (Il Mago di Oz)”, scritto dall’autore nel 1900. La storia scelta, oltre ad essere ricca di fantasia, divertimento e di contenuti, è un percorso studiato per far emergere come cuore, cervello e coraggio siano elementi fondamentali, irrinunciabili e intrinsecamente collegati, per la crescita integrale di ogni persona.

In contemporanea, all’interno del PalaEvangelisti, i genitori hanno vissuto un momento di confronto e di condivisione, nell’attesa dei propri figli festanti, che sono confluiti all’interno dell’impianto sportivo perugino prima di mezzogiorno, per la premiazione dell’oratorio vincitore dei giochi della mattina, ma soprattutto in trepidante attesa del Card. Gualtiero Bassetti, con cui concludere la giornata nella gioia della preghiera.

L’arrivo del Cardinal Bassetti, accompagnato dal vescovo ausiliare Mons. Paolo Giulietti, è stato accolto da un immenso boato dei bambini di tutto il PalaEvangelisti, letteralmente “colorato” dalle magliette dei Grest dei loro oratori e dalla splendida scenografia al centro del campo, che richiamava il castello di smeraldo, con cui anche il porporato ha fatto il proprio “ingresso” nel mondo di Oz.

Il Cardinale, nel rivolgersi alle migliaia di adolescenti e loro animatori e famiglie, ha espresso tutta la sua gioia per questo appuntamento così importante nella vita della chiesa diocesana: “È davvero meravigliosa questa presenza così viva e così diversa. È bello sapere che siete accompagnati non solo dai vostri animatori con cui in questo tempo avete condiviso l’esperienza del Grest, ma anche dai vostri genitori, che oggi sono qui a festeggiare con voi. Voglio dirvi una cosa: siete tanti, ma è come se ci conoscessimo da sempre. Sì! Perché il cardinale pensa sempre a voi, prega sempre per voi. Avete un posto tutto speciale nel mio cuore”.

Parole che sono il simbolo della vicinanza e della cura del prelato al mondo dei giovani, ma in particolare degli oratori; prima della preghiera finale dell’Angelus, Bassetti ha così concluso: “Ve lo ripeto: Beati voi che siete qui con le vostre famiglie. La famiglia è il dono più bello che Dio ha creato sulla terra. Ragazzi, io conto su di voi per fare più nuova, più bella e più giovane il volto della nostra chiesa. Perugia e l’Umbria hanno bisogno di voi, della vostra gioia e del vostro cuore generoso.”

Un messaggio di speranza colto anche dal sindaco di Perugia, Andrea Romizi, e dall’assessore regionale alla salute e al welfare, Luca Barberini, (alla sua prima uscita ufficiale da assessore), – entrambi presenti sul palco centrale accanto al cardinale e al vescovo ausiliare – segno e testimonianza dell’importante funzione sociale che le istituzioni riconoscono all’oratorio.

Il commento conclusivo della giornata è affidato a Don Riccardo Pascolini, direttore dell’Ufficio di Pastorale Giovanile e responsabile del Coordinamento Oratori, promotore e organizzatore dell’evento in collaborazione con il Comitato Zonale Anspi di Perugia – Oratori e Circoli e l’Ufficio diocesano per la Pastorale Familiare: “La giornata di oggi ci fa assaporare il gusto e la bellezza di una chiesa che fa festa. Oggi, insieme, bambini e famiglie per testimoniare e vivere un momento di profonda comunione e gioia. Qualche giorno fa il papa a Torino, rivolgendosi al mondo degli oratori, ha detto che una delle caratteristiche fondamentali dell’oratorio è la gioia. Ho potuto constare che gli animatori dei nostri oratori hanno una gioia contagiosa: si spendono per gli altri con energia, entusiasmo e forza. Che siano dunque sempre capaci di servire e stare. Questa è la bellezza dell’oratorio.”

27/05/2015

[ad-gallery orderby=”ID” include=”36905,36906,36907,36908,36909,36910,36911,36912,36913″ slideshow=”false”]

 

AUTORE: Paolo Tardio