Gmg: la consegna del mandato ai giovani

Saranno 260 i giovani che dalla diocesi partiranno per la Giornata mondiale della gioventù

Un rapporto di partecipazione entusiasta quello dei giovani della diocesi di Perugia-Città della Pieve verso le Gmg. Da sempre. È bello ascoltare il racconto dei primi ‘pionieri’ delle Gmg. Circa quindici valorosi ragazzi perugini, fra cui don Paolo Giulietti, che oggi le Gmg le organizza da responsabile nazionale della Pastorale giovanile, nel 1987 sbarcarono a Buenos Aires per la II Gmg, e il ricordo comune di chi è rimasto a casa, è il racconto delle emozioni dei pellegrini attraverso una storica telefonata che venne trasmessa durante l’incontro di preghiera del terzo giovedì del mese con il vescovo, che era mons. Pagani. O ancora, i tanti valorosi che si recarono a Czestochowa e a Denver, fino ad arrivare al 1997 con il memorabile pellegrinaggio alla Gmg di Parigi che vide la partecipazione di oltre 200 persone. Poi c’è stata la grande affluenza a Roma nel 2000, e lo sbarco a Toronto nel 2002 di 70 giovani pellegrini diocesani. Ma quest’anno si è andati veramente al di là delle più rosee aspettative, la Gmg di Colonia è stata letteralmente presa d’assalto dai nostri giovani: al pellegrinaggio che si svolgerà dall’11 al 21 agosto parteciperanno 260 ragazzi, un’affluenza record; in più molti altri piccoli gruppi, per un totale di un’altra cinquantina di persone, giungeranno autonomamente a Colonia per partecipare solo agli ultimi giorni della Gmg. Il bisogno di farsi sentire dei giovani e di poter condividere concretamente l’universalità della forza e della bellezza dell’incontro con Cristo, sembra essere un’intuizione di Giovanni Paolo II fortemente recepita e amata dai ragazzi di tutto il mondo e, in particolar modo, anche da quelli della nostra diocesi. Il pellegrinaggio in Germania sarà suddiviso in due fasi: in un primo periodo, che va dall’11 al 15 si vivrà l’esperienza dell’accoglienza in famiglia e i giovani della nostra diocesi saranno ospitati in terra di Baviera, precisamente nei pressi della città di Kaufbeuren, a 60 chilometri da Monaco; vi sarà poi la seconda fase della vera e propria Gmg, ovviamente a Colonia. Per i valorosi 260 pellegrini, l’appuntamento è fissato per mercoledì 10 agosto alle ore 15 a Monte Morcino. Qui, dopo l’accoglienza e le presentazioni, ci si recherà, a piedi ovviamente, da buoni pellegrini, in cattedrale, dove il vescovo, mons. Chiaretti, attenderà tutti i giovani per condividere insieme la preghiera del vespro. Il nostro Vescovo affiderà poi ad ogni ragazzo la propria sacca del pellegrino e una lettera di augurio e di mandato per vivere un’esperienza forte ed arricchente in questa Gmg. Si tornerà poi a Monte Morcino dove vi sarà la cena, offerta dalla Pastorale giovanile diocesana e la partenza per il viaggio notturno alla volta della Baviera. Vivrà questa esperienza in maniera sicuramente nuova e stimolante don Simone Sorbaioli, nuovo responsabile della Pastorale giovanile diocesana, subentrato dopo le dimissioni, per motivi di salute, di don Raffaele Zampella a poco più di un mese dalla partenza. Don Simone è felice di iniziare l’incarico in questa occasione così impegnativa, ma anche così bella e stimolante: ‘Spero di trasmettere tutta la bellezza del vivere la fede con uno spirito giovane e mi auguro che questo pellegrinaggio riesca a far emergere tutto l’entusiasmo dei giovani nel rapporto con la fede. In più questa esperienza mi riporta al periodo della mia vocazione, avvenuta proprio durante l’adolescenza, momento fondamentale per la crescita spirituale di ogni persona’. Zaini in spalla, allora, pronti per questa nuova avventura, per essere anche in questa occasione, come nel quotidiano, sempre ‘sentinelle del mattino’.

AUTORE: Martino Bozza