Gubbio si riunisce attorno al Patrono

GUBBIO. Domenica 3 marzo la festa in memoria della canonizzazione di sant’Ubaldo

Tempo di lettura: 118 secondi

Concerto all’interno della basilica di Sant’Ubaldo
Concerto all’interno della basilica di Sant’Ubaldo

La diocesi eugubina si prepara a rinnovare la sincera devozione al santo vescovo e patrono Ubaldo, nell’821° anniversario dalla canonizzazione, effettuata da papa Celestino III con bolla del 5 marzo 1192. Domenica 3 marzo si terrà la cerimonia ufficiale per il santo vescovo, uomo di pace e simbolo di fratellanza e riconciliazione.

Nutrite le celebrazioni predisposte dall’autorità religiosa con la collaborazione della famiglia dei Santubaldari, presieduta da Ubaldo Minelli, oltre che degli enti ed associazioni (Comune, Università dei muratori e famiglie dei Ceraioli) coinvolte nell’organizzazione della festa dei Ceri.

La ricorrenza infatti fa parte del percorso che introduce la manifestazione folkloristico tradizionale, con la quale il popolo eugubino esprime e rinnova il suo atto di amore e devozione a sant’Ubaldo.

Il programma di domenica 3 marzo prevede: ore 9 raduno dei Ceraioli e fedeli in cattedrale per salire poi processionalmente, con la guida del vescovo Ceccobelli, verso la basilica di Sant’Ubaldo dove, alle ore 11, accolti dal neo-priore mons. Fausto Panfili, sarà celebrata la messa presieduta dal presule e concelebrata con l’emerito mons. Bottaccioli e don Fausto Panfili.

Al termine si terrà la formale investitura del capodieci di Sant’Ubaldo per la corsa dei Ceri 2013, Tiziano Palicca, da parte del presidente della Famiglia, Ubaldo Minelli. Alla presenza del I e II capitano, Gabriele Capannelli e Vitaliano Pannacci, gli sarà consegnato lo stemma da Capodieci con l’augurio di “poter onorare degnamente il nostro santo patrono Ubaldo”. Conclusione con il tradizionale pranzo dei Santubaldari in presenza di tutte le autorità cittadine nella sala degli Arconi in via Baldassini.

Per sabato 2 marzo alle ore 21 nella chiesa di San Pietro la famiglia dei Santubaldari, con il patrocinio del ministero per i Beni culturali, Regione, Provincia, diocesi e Comune, ha organizzato il V° Concerto della canonizzazione, frutto della collaborazione tra le corali del territorio dei Montefeltro: “Giuseppe Verdi” di Gubbio, coro polifonico “G. Giovannini” di Fermignano (Pu), schola sanctorum “S. Domenico Loricato” di Cantiano (Pu), corale Montefeltro di Sassocorvaro (Pu), coro polifonico della città di Cagli, orchestra dei Cameristi del Montefeltro ed infine il coro polifonico Santa Maria di Piobbico.

Durante la serata sarà consegnato il riconoscimento “Civis, Pater ac Pontifex Ubalde” ad un eugubino distintosi per lo studio, la salvaguardia e la trasmissione alle giovani generazioni dei valori e principi ubaldiani.

AUTORE: Benedetta Pierotti