Gubbio: una città da scoprire

Dal Duomo al Palazzo dei Consoli, ecco perché Gubbio merita una visita

Gubbio è una delle località umbre più visitate e apprezzate. Sorge sulle pendici del Monte Ingino, in una posizione strategica e paesaggisticamente ottima.

LA STORIA

Gubbio ha origini antichissime e venne abitata inizialmente dagli Umbri. A conferma di ciò il Palazzo dei Consoli ospita le Tavole Eugubine, quattro delle quali scritte in etrusco, le ultime tre in latino. L’epoca romana fu un periodo di grande splendore durante il quale la città venne abbellita con mosaici, templi e teatri.

Intorno all’anno 1000 Gubbio divenne un Comune libero e nel 1085 nacque Sant’Ubaldo che sarebbe diventato Vescovo e Patrono della città. Una figura a cui gli Eugubini sono tutt’ora molto devoti.

A partire dal 1200 Gubbio visse un periodo di grande sviluppo demografico ed economico, che durò fino a quando la città non venne annessa al Ducato di Urbino.

LUOGHI D’INTERESSE

A Gubbio sono tanti i luoghi e i Palazzi storici di grande interesse e il fatto che la cittadina abbia ospitato per molti anni le riprese della celebre fiction Don Matteo, non ha fatto che aumentare la curiosità dei turisti.

IL DUOMO

Da non perdere sicuramente il Duomo, consacrato ai Santi Martiri Mariano e Giacomo. Costruito alla fine del XII secolo sui resti di una Chiesa preesistente, è in stile gotico con una vetrata circolare con a fianco i simboli dei quattro Evangelisti.

All’interno di grande interesse sono il Cristo ligneo sopra l’altare, probabilmente di scuola umbra e risalente al XIII secolo e anche la Cappella del Santissimo Sacramento che ospita numerosi dipinti.

PALAZZO DEI CONSOLI

Oltre al Duomo, uno degli edifici più belli di Gubbio è sicuramente il Palazzo dei Consoli progettato da Angelo da Orvieto. Costruito intorno al 1321, insieme alla piazza e al Palazzo del Podestà forma una delle opere medioevali più interessanti e grandiose. Intorno al 1350 l’edificio venne dotato di un acquedotto interno e di servizi igienici, meccanismi per l’epoca davvero all’avanguardia.

Nacque come Palazzo di Governo e poi ospitò le Magistrature e diversi istituti del Comune di Gubbio. Oggi le sale del Palazzo custodiscono le collezioni del Museo Civico.

BASILICA DI SANT’UBALDO

In cima al Monte Ingino, sopra la cittadina, si trova la Basilica di Sant’Ubaldo. Ubaldo è il Protettore della città e all’interno della Basilica un’urna di bronzo ne conserva il corpo. Costruita su un edificio medioevale preesistente, nel XVI secolo la Basilica venne ampliata con la costruzione del convento e del chiostro.

All’interno si trovano cinque navate, un’abside semicircolare e affreschi del XVI-XVII secolo. Anche il chiostro è affrescato: scene della vita del Santo, probabilmente opera di Pier Angelo Basili risalenti al
Cinquecento.

Storia, arte, cultura e un’ottima posizione geografica sono quindi validi motivi per passare da Gubbio durante una gita in Umbria. Una cittadina interessante e dinamica, ancora più bella nel periodo natalizio
quando si colora delle luci del grandissimo e imponente albero di Natale.

Sophia Schippa

Le foto provengono dal sito http://regione.umbria.mediagallery.it/

LASCIA UN COMMENTO