Il farro dop e i prodotti tipici

Fino al 9 dicembre mostra mercato a Monteleone di Spoleto

Tempo di lettura: 97 secondi

MONTELEONE Falo 2Si è aperta il 5 dicembre, con la benedizione del farro da parte del parroco di Monteleone di Spoleto, la tradizionale “Mostra mercato del farro dop e dei prodotti tipici della montagna”. L’evento, che si protrae fino al 9 dicembre, è infatti iniziato proprio con la tradizionale distribuzione di un piatto di minestra con farro con sugo di magro alla popolazione, in particolare ai bambini, in ricordo del miracolo del vescovo San Nicola, patrono del borgo, che viene celebrato venerdì 6 dicembre. La tradizione infatti vuole san Nicola protettore dei fanciulli e dispensatore di beni, proprio come Santa Claus.

L’inaugurazione ufficiale della mostra si svolge sabato 7 dicembre alle ore 10 presso il chiostro di San Francesco, mentre a concluderla sarà il “focone della venuta”, ovvero l’accensione di un grande fuoco, per salutare il passaggio della Madonna di Loreto. Sempre sabato 7, al teatro comunale, si tiene la presentazione del volume I norcini e Roma. L’arte della norcineria dall’Umbria alla dominante (1770 – 1870). Nei giorni 7, 8 e 9 dicembre avrà luogo “Emozioni e gusto ad alta quota”, sottotitolo della vera e propria mostra mercato, con circa 30 stand selezionatissimi di prodotti e artigianato locale. “Stiamo lavorando al riconoscimento di Monteleone di Spoleto come ‘Borgo più buono d’Italia’ – ha detto il sindaco Marisa Angelini – Porteremo il farro dop all’Expo 2015”.

Novità di questa edizione sarà il lancio di due nuovi prodotti: il “Farburger” per i vegetariani, e la “Farsiccia” con suino cintato magro. Senza dimenticare il gemellaggio di gusto, attraverso la preparazione di un piatto, tra il farro, la cipolla di Cannara, il sedano nero di Trevi, la patata bianca di Gavelli e l’olio di San Felice di Giano dell’Umbria.

Non mancheranno degustazioni, con l’apertura anche della taverna dei terzieri, visite guidate alle aziende locali produttrici di farro e dei prodotti tipici della montagna e ai monumenti della cittadina. In cartellone anche due laboratori tematici delle condotte Slow Food, “Farro in bottiglia” e “Olio&Legumi”.

Sa. Sa.