“In Università per ascoltare”

VISITA PASTORALE. L’Arcivescovo inizia la Visita pastorale al mondo universitario e venerdì 14 guiderà la Via Crucis degli Universitari

Tempo di lettura: 132 secondi


La celebrazione delle Ceneri nella chiesa dell’Università (foto Andrea Coli)

Con il Mercoledì delle Ceneri la Chiesa è entrata nel tempo “forte” di Quaresima e a Perugia la celebrazione nella cattedrale di San Lorenzo, presieduta dal card. Gualtiero Bassetti, è stata molto partecipata. L’arcivescovo, subito dopo ha presieduto la celebrazione delle Ceneri nella chiesa dell’Università con la quale ha aperto la Visita pastorale al mondo universitario perugino. “L’attenzione all’Università nel tempo della Visita pastorale del nostro cardinale è un segno importante per l’intera comunità diocesana perugino-pievese – ha detto don Riccardo Pascolini, direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale universitaria, presentando l’impegnativo programma. “Questo mondo mi sta molto a cuore, come ho ripetuto in molte altre occasioni” ha detto Bassetti parlando a studenti e docenti che affollavano la chiesa. Il tempo liturgico della Quaresima, ha aggiunto, “costituisce un’occasione opportuna per ripensare e prendere coscienza del proprio ruolo e di quello che ognuno può fare per superare la crisi e le difficoltà, non solo per noi ma per il mondo intero”. “Le due Università insieme con l’Accademia e il Conservatorio, e in generale tutte le scuole di ogni ordine e grado, sono il cuore di questa nostra città e – ha aggiunto ancora – ne costituiscono il futuro”. Al termine della liturgia il Coro dell’Università in onore del cardinale Bassetti ha eseguito l’inno in onore di sant’Ercolano, patrono dell’Università, musicato dal maestro Silivestro sul testo poetico, in latino, del predecessore di Bassetti, il cardinale Gioacchino Pecci poi Papa Leone XIII. Dopo la messa il cardinale ha incontrato i membri della Consulta diocesana di pastorale universitaria nella sala del Senato accademico che, ha spiegato il rettore della chiesa mons. Elio Bromuri, era la sacrestia della chiesa del convento dei monaci Olivetani e nella quale era sepolto l’abate Puccioli, i cui resti riposano ora all’interno della chiesa. Nell’incontro padre Paolo Zampollini, vicedirettore della Pastorale universitaria, ha comunicato i vari appuntamenti con studenti, professori e personale tecnico-amministrativo. Il prossimo incontro dell’Arcivescovo con il mondo universitario è venerdì 7 marzo in occasione della inaugurazione dell’Anno accademico dell’Università per Stranieri, che sarà preceduta dalla messa celebrata nella Chiesa dell’Università alle ore 9.30. Il 9 marzo, incontrerà un gruppo di studenti fuori sede (dalle ore 19 alle 23) presso la chiesa di Sant’Andrea in Porta Santa Susanna e l’11 marzo (dalle ore 17.30 alle 19.30) gli studenti di Medicina e Scienze infermieristiche, presso la loro Facoltà. Il 14 marzo, alle ore 19.15, il Cardinale guiderà la Via Crucis animata dagli studenti, che attraverserà il centro storico, dalla chiesa dell’Ateneo a quella di Sant’Ercolano, patrono della città e dell’Università.

Redazione

AUTORE: M. R. V.