La notte europea dei ricercatori

A Perugia il 25 settembre torna "Sharper" il laboratorio a cielo aperto per avvicinare il mondo della ricerca al grande pubblico

Tempo di lettura: 113 secondi

notte-europea-ricercatoriOltre 60 appuntamenti in cartellone, più di 180 ricercatori di tutti i Dipartimenti dell’Università degli Studi di Perugia in campo, 26 luoghi e cinque eventi speciali per festeggiare i 10 anni della Notte europea dei ricercatori.

Sharper, acronimo di Sharing Researchers Passions for Excellence and Results, coordinato da Psiquadro in collaborazione con l’Università, il 25 settembre trasforma per il terzo anno consecutivo e con un incremento notevole di ricercatori, eventi e luoghi il centro storico di Perugia in un gigantesco laboratorio a cielo aperto per avvicinare il grande pubblico ai ricercatori e al mondo della ricerca tra giochi, spettacoli, caffè scientifici, dimostrazioni e incontri. Ma non solo.

L’anima della ricerca, i laboratori dell’Università, sia umanistici che scientifici, in occasione della “Notte”, aprono le porte alla città rafforzando il dialogo tra cittadini e ricercatori.

Cinque gli eventi speciali che impreziosiscono la Notte. L’European Run Night la gara podistica di 8 chilometri in notturna aperta a tutti gli atleti e ispirata alla passione per la ricerca e al lavoro dei ricercatori; la Silent Disco in piazza IV Novembre: oltre 500 persone hanno già prenotato le cuffie per ascoltare musica e trasformare il cuore di Perugia in una discoteca silenziosa; il Riciclato Circo musicale in piazza Danti con musica e divertimento insieme alla band marchigiana che utilizza materiali di recupero.

In occasione dell’anno internazionale della luce, la Notte europea ospita anche un innovativo esperimento di 3d-mapping sulla facciata di Palazzo dei Priori, con le immagini più belle del mondo della ricerca perugina remixate e proiettate sulla facciata del palazzo. C’è spazio anche per un convegno dal titolo “Top Medicine for dummies – Dalla malattia alla cura”: cinque protagonisti della ricerca medica in Umbria e nel mondo dialogano con il pubblico alla Sala dei Notari per raccontare le sfide, i successi e le frontiere della medicina e della scienza.

All’incontro, coordinato dalla giornalista scientifica Margherita Fronte, partecipano Paolo Calabresi, Brunangelo Falini, Massimo Porena, Carlo Riccardi e Andrea Velardi, scienziati di punta nel panorama della ricerca in campo medico. Per info sul programma www.sharper-night.eu.

Intanto la Società italiana di fisica, durante l’apertura del 101esimo congresso in programma a Roma fino al 25 settembre, ha conferito al perugino Leonardo Alfonsi, tra i fondatori di Psiquadro, il Premio Romeo Bassoli 2015 per l’Outreach.