Lago Trasimeno: l’angolo blu dell’Umbria

Tempo di lettura: 162 secondi

Passeggiate a bordo lago, giri in barca, visite alle isole: ecco perché il Trasimeno è un importante polo turistico

Il lago Trasimeno è il più importante lago umbro, che si trova al confine con la Toscana. È il lago più esteso dell’Italia peninsulare, ma ha una profondità molto scarsa: proprio per questo la sua struttura è detta laminare.

La sua origine è tettonica, infatti il lago sembra essersi formato durante la fase finale dell’orogenesi degli Appennini. Il lago non ha né immissari né emissari naturali, ma sono stati costruiti artificialmente per permettergli di rifornirsi d’acqua e di farla defluire regolarmente. Anche se la maggiore fonte di acqua restano le precipitazioni.

Il lago è da tempo un’attrazione turistica sia per gli Umbri che per tanti turisti, che amano passeggiare lungo le sue sponde, rilassarsi sulle spiagge, organizzare un giro in barca o visitare le isole.

LE ISOLE

Tre sono le isole del lago: l’Isola Polvese, l’Isola Maggiore e l’Isola Minore.

L’Isola Polvese è la più estesa ed è proprietà del comune di Perugia, che l’ha resa un parco scientifico-didattico. Nel territorio vengono svolte attività didattiche, di sperimentazione e di ricerca. Molto interessante è il Giardino delle Piante Acquatiche, ma il luogo è ricco anche dal punto di vista storico. Si possono ammirare i resti del castello medievale e anche della Chiesa di San Secondo.

L’Isola Maggiore è l’unica stabilmente abitata, ha una superficie di 24 ettari ed è percorsa da molti sentieri che mostrano la splendida vegetazione: ulivi, lecci e cipressi. Oltre alla natura, sicuramente interessanti sono la Chiesa di San Salvatore e il Castello Guglielmi, che purtroppo non è in buono stato.

Sia l’Isola Polvese che la Maggiore sono raggiungibili tramite traghetto partendo da Passignano o da Castiglione del Lago.

L’Isola Minore è la più piccola ed è disabitata e purtroppo non visitabile. È coperta da una fitta vegetazione di lecci e pini. La particolarità è che queste piante e anche il terreno circostante sono di colore bianco, a causa delle secrezioni dei tanti cormorani che la abitano. L’isola è di proprietà della nobile famiglia perugina dei Baldeschi.

LE SPIAGGE

Oltre alle isole, a due passi dal lago si trovano molti camping per i turisti, spesso con tanto di piscina.

Oltre ai camping però, sono state allestite delle vere e proprie spiagge a Magione, a Castiglione del Lago e a Tuoro, le uniche in Umbria.

 

Non mancano ombrelloni, lettini, bar, ristoranti, campi da beach volley…

SPORT ACQUATICI

La buona estensione del lago e al contempo la sua bassa profondità lo rendono perfetto per praticare alcuni sport come windsurf, kitesurf e wakeboard. Spesso c’è anche la possibilità di prendere delle lezioni con alcuni istruttori locali.

Il Trasimeno è ottimo anche per gli appassionati di sci nautico, che possono prendere lezioni e noleggiare l’attrezzatura.

Chi invece preferisce la barca a vela o a motore potrò noleggiarne una in completa autonomia o, se preferisce, con l’aiuto di un insegnante.

Insomma, il lago Trasimeno attrae tantissimi turisti per i meravigliosi scenari che offre, per la pace che si può respirare camminando sulle sue sponde, ma anche per le numerose attività che possono svolgervisi. La stagione estiva è sicuramente il periodo migliore per goderselo.

Sophia Schippa

Due delle immagini appartengono al sito http://regione.umbria.mediagallery.it/it/

LASCIA UN COMMENTO