L’arcivescovo eletto don Ivan Maffeis in visita alla Curia perugina

È stata una breve visita alla Curia perugina, informale e dal calore familiare, quella che don Ivan Maffeis ha inteso fare a poco più di ventiquattro ore dopo l’annuncio della sua nomina ad arcivescovo metropolita di Perugia-Città della Pieve da parte di Papa Francesco, annuncio avvenuto la mattina di sabato 16 luglio. Giunto da Trento a Perugia in treno, poco prima dell’ora di cena di domenica 17 luglio, don Maffeis ha pernottato in episcopio.

Ci teneva a questa visita, pur breve (è ripartito sempre in treno poco prima di mezzogiorno del 18 luglio), perché desideroso di un primo contatto diretto con la Chiesa di cui si appresta a diventare la guida pastorale, oltre a quel primo contatto con voi che don Ivan ha affidato al suo messaggio di saluto rivolto alla comunità diocesana sabato scorso.

Il nuovo arcivescovo, questa mattina (18 luglio), ha celebrato la Santa Messa nella cappella interna del palazzo arcivescovile ed ha salutato il cardinale Gualtiero Bassetti. Ha poi avuto un incontro con il vescovo ed amministratore diocesano monsignor Marco Salvi e si è intrattenuto con i collaboratori di Curia presenti, ringraziandoli per il lavoro svolto e per gli impegni futuri, anche in occasione del suo arrivo ufficiale.

Al riguardo, l’arcivescovo eletto e l’amministratore diocesano hanno concordato il programma pastorale dei prossimi mesi, in vista della sua consacrazione episcopale e presa di possesso dell’Archidiocesi.

Don Ivan Maffeis sarà consacrato vescovo nella Cattedrale di San Lorenzo di Perugia, un segno dal forte valore simbolico con cui vuole sin da subito tessere un legame inscindibile con la sua Sposa, la Chiesa che è in Perugia-Città della Pieve. Indicativamente, la sua ordinazione episcopale e contestuale presa di possesso dell’Archidiocesi avverranno nel prossimo mese di settembre, intorno alla Festa della Madonna delle Grazie, la protettrice della città e dell’intera comunità diocesana, tanto venerata da molti fedeli nella Cattedrale dove la sua effige è stata dipinta da un allievo del Perugino.

1 COMMENT

  1. Grazie Don Ivan,
    un bellissimo segnale che ha voluto lanciare venendo con sollecitudine tra noi edamnunciando la scelta della suaordinazione episcopale nella nostra cattedrale Attendiamo la sua guida supportando fin d’ora la sua missione con le nostre preghiere

LASCIA UN COMMENTO