‘L’Umbria deve fare la sua parte nell’opera di educazione alla pace’

Ad Assisi il 1'gennaio incontro per la Giornata mondiale della pace

Tempo di lettura: 141 secondi

Occasione propizia per approfondire il Messaggio della Giornata mondiale della Pace (il testo nell’inserto al centro del giornale n.d.r.) sarà l’iniziativa promossa ad Assisi dalla Consulta regionale Giustizia e la Pace della Conferenza episcopale umbra insieme al Sacro Convento di Assisi e alla Tavola della Pace. Un’occasione per riflettere anche su quanto le Chiese che sono in Umbria e la stessa comunità regionale stanno facendo per promuovere e costruire la pace. Come scritto da mons. Vincenzo Paglia nel documento ‘Umbria terra di pace’: ‘L’Umbria deve fare la sua parte nell’opera di educazione alla pace, nel cooperare con le nazioni per combattere la miseria, la povertà, nel promuovere l’incontro e il dialogo tra le religioni, tenendo vivo lo ‘spirito di Assisi”. In questa prospettiva è sempre più necessaria l’azione concertata tra i diversi livelli istituzionale, civile e religioso. In tal senso è importante la collaborazione in atto tra la Consulta regionale Giustizia e la Pace e la Tavola della Pace. Un’intesa vera e propria, sancita con il documento del 2003 L’Umbria e la Pace, che definisce contenuti e proposte di un impegno comune per la promozione della cultura della pace e una rinnovata azione di solidarietà e di cooperazione internazionale. La comune celebrazione della Giornata mondiale della Pace non è quindi un fatto episodico ma si colloca nell’ambito di una collaborazione più ampia. Con altre iniziative in atto, come il progetto educativo ‘La mia scuola per la pace’ proposto a tutte le Scuole di ogni ordine e grado dell’Umbria o come l’avvio a Perugia, in concerto con le Istituzioni, di una Università europea per la Pace dotata di un proprio Centro di documentazione. Già si sta lavorando per un ulteriore appuntamento (25 febbraio 2005) di approfondimento e verifica del percorso fatto e anche di preparazione dell’Assemblea dell’Onu dei Popoli e della Marcia della Pace che si terranno nel settembre 2005. Ora però l’attenzione è concentrata sulla celebrazione della Giornata mondiale della Pace. Il 1’gennaio ad Assisi, a partire dalle ore 15.30, rifletteremo e pregheremo per la Pace. È prevista anche una solenne celebrazione eucaristica. Una targa commemorativa della Giornata, con la scritta ‘Vinci il male con il bene’, sarà collocata presso la tomba di san Francesco accanto alla lampada della pace perennemente accesa. Ogni anno sarà sostituita ad esortazione dei numerosi pellegrini che ogni anno vengono ad onorare e pregare il Santo del Perdono e della Pace. Preghiera per la paceAssisi, 1’gennaio 2005, ore 15.30, presso la Basilica Inferiore di San Francesco, presentazione del Messaggio del Papa. Presiedono mons Vincenzo Paglia, Presidente della Consulta regionale Ceu ‘Problemi sociali e lavoro, giustizia e pace’; padre Vincenzo Coli, Custode del Sacro Convento, Flavio Lotti, coordinatore della Tavola della pace. Ore 17- Celebrazione eucaristica Ore 18 – Preghiera per la pace e posa della targa commemorativa presso la tomba di san Francesco

AUTORE: Pasquale Caracciolo