Migliaia i devoti accorsi al pellegrinaggio zonale

Madonna della Valle / Domenica l'ultimo pellegrinaggio giubilare

Tempo di lettura: 89 secondi

Una grande partecipazione di fedeli ha caratterizzato, la scorsa domenica, l’ultimo dei dodici pellegrinaggi giubilari zonali del grande Giubileo in diocesi, che si è tenuto al santuario della Madonna della Villa di Sant’Egidio. I pellegrini della Quarta Zona pastorale (Alta Valle del Tevere perugino) insieme all’Arcivescovo ed ai loro parroci hanno raggiunto in processione il santuario. Un migliaio di candele hanno illuminato la piccola frazione perugina ed il santuario mariano. Sono stati momenti di profonda devozione e commozione nel vedere anche tanti giovani raccogliersi in preghiera. Immensa gioia è stata espressa da mons. Giacomo Rossi, rettore del santuario, nel vedere così tanti devoti ed ha auspicato che “questo bellissimo omaggio di popolo alla Madonna possa ripetersi domenica prossima”. Domenica 10 dicembre ci sarà, infatti, l’ultimo pellegrinaggio giubilare diocesano di quest’Anno santo, la cui mèta è proprio il santuario della Madonna della Villa. Questo pellegrinaggio cade nel giorno della solennità della Madonna di Loreto ed è rivolto, oltre ai pellegrini in generale, ai malati del Cvs e Dell’Unitalsi. Da sottolineare che, come domenica scorsa, le offerte raccolte durante il pellegrinaggio saranno destinate alla Campagna ecclesiale italiana per la riduzione del debito estero dei Paesi più poveri, segno concreto del Grande Giubileo. Il santuario, nei secoli scorsi, è stato luogo di transito di pellegrini, perché situato sulla via che conduceva sia ai luoghi francescani di Assisi, sia alla Santa Casa di Loreto. Non a caso uno dei suoi affreschi ritrae la Madonna di Loreto; affresco che nel suo insieme testimonia un’atmosfera di intimità familiare, a cui è invitato a partecipare anche il fedele che guarda. Notevole doveva essere l’importanza di questo santuario nel ‘400, essendo contesa la sua proprietà tra le cistercensi del monastero di Santa Giuliana e i frati francescani del convento di porta Santa Susanna di Perugia.

AUTORE: Riccardo Liguori