Migliorano le condizioni del card. Bassetti. Positivo asintomatico l’ausiliare Salvi

Il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Conferenza episcopale italiana, ha trascorso serenamente, nel suo appartamento in arcivescovado nel capoluogo umbro, la prima giornata da paziente positivo al Covid-19. Lo rende noto un comunicato diffuso in serata dall’Ufficio comunicazioni sociali della Cei. Le sue condizioni generali di salute sono in miglioramento e non destano preoccupazione, come anche quelle del vescovo ausiliare mons. Marco Salvi, risultato positivo asintomatico e in quarantena. In queste ore stanno giungendo da tutta Italia numerosi attestati di affetto e vicinanza umana e spirituale al Cardinale, che ringrazia assicurando a tutti un ricordo nella preghiera. In modo particolare a quanti, come lui, stanno vivendo questa difficile prova. L’invito – conclude la nota Cei – è a non rassegnarsi e a guardare con speranza alla Croce.

Mons. Boccardo: “Decorso tranquillo”

Nel pomeriggio, il presidente dei Vescovi umbri, mons. Renato Boccardo, aveva già spiegato all’Ansa che il card. Bassetti aveva trascorso ore “tranquille”. “Il cardinale sta bene – ha detto  l’arcivescovo di Spoleto-Norcia e presidente della Ceu – è solo un po’ spossato ma non ha febbre”. Bassetti è in isolamento nel suo appartamento di Perugia dove viene seguito dai medici. “Ho rinnovato al cardinale Bassetti – ha detto Boccardo – l’affetto e la vicinanza dell’intera comunità”.

Vicinanza anche dalla Cisl Umbria

Dopo i tanti attestati di stima e gli auguri ricevuti ieri dal card. Bassetti, oggi sono arrivati anche quelli del segretario generale della Cisl Umbria, Angelo Manzotti, che ha ricordato la particolare sensibilità e l’impegno dimostrati negli anni dall’arcivescovo della diocesi perugino-pievese in occasione delle tante vertenze del territorio regionale. “In questo momento difficile – dice Manzotti – tutta la Cisl Umbria augura a lui una pronta guarigione”.

LASCIA UN COMMENTO