Montefalco: angolo umbro annoverato tra i Borghi più belli d’Italia

Arte, cultura, un’ottima posizione e buon vino, ecco perché Montefalco merita sicuramente una visita

Montefalco è uno tra i più bei borghi umbri, non a caso annoverato tra i Borghi più belli d’Italia. Si trova su un colle a circa 470 m d’altitudine, tra le valli del Clitunno, del Topino e del Tevere. Proprio per la sua ottima posizione è soprannominato la “Ringhiera dell’Umbria” e offre una visuale che spazia da Perugia fino a Spoleto.

L’arte e l’enologia sono sicuramente due chicche di Montefalco.

COMPLESSO MUSEALE DI SAN FRANCESCO

Da non perdere è il complesso museale di San Francesco che è formato dalla Chiesa dedicata al Santo, dalla pinacoteca, dal Museo Lapidario, dalle Cantine dei Frati e da uno spazio per mostre temporanee.

La Chiesa risale al XIV secolo e contiene affreschi molto interessanti datati XIV-XVI secolo, come le storie della vita di San Francesco dipinte da Benozzo Gozzoli e una Natività opera del Perugino.

La pinacoteca è composta da quattro sale che custodiscono opere dal XV al XVII secolo, molte delle quali provengono da corporazioni religiose presenti in passato. Tra le varie opere ci sono anche quelle dell’artista montefalchese Francesco Melanzio.

Il Museo Lapidario contiene invece diverse statue, tra cui una romana di Ercole molto bella e ben conservata.

Le Cantine dei Frati sono state scoperte durante i lavori di ampliamento dei sotterranei. Costruite tra il 1400 e il 1600, sono formate da tre stanze che contengono vasche in muratura per raccogliere e pigiare l’uva e per conservare il mosto. Oggi le sale contengono un’esposizione di attrezzi come torchi e altri utensili risalenti al XVIII-XIX secolo.

SAGRANTINO DI MONTEFALCO

Il prodotto sicuramente più conosciuto e rinomato di Montefalco è il suo vino: il Sagrantino, nelle varietà secco e passito. Sono vini DOCG.

Il Sagrantino secco è di un rosso rubino intenso, è molto corposo e ha una grande longevità.

Il Sagrantino passito si ottiene dalle stesse uve del Sagrantino secco, che però vengono sottoposte ad un processo di appassimento. Il mosto viene fatto fermentare con le bucce e si ottiene un vino perfetto per accompagnare dolci, soprattutto alcuni dolci tipici, come “la n’tòrta” fatto con mele, frutta secca, noci e pinoli.

Numerosissimi sono i ristoranti e i locali in centro dove poter degustare o anche acquistare le pregiate bottiglie locali.

OLIO

A Montefalco però si produce anche un ottimo olio, che ha ricevuto la denominazione DOP ed è considerato tra i più pregiati dell’Umbria.

Un olio corposo dal sapore intenso e fruttato, che viene prodotto ormai da secoli con una grande cura durante tutto il processo di lavorazione.

Insomma, Montefalco è sicuramente un meraviglioso borgo per l’ottima posizione panoramica e per l’arte che ospita, ma anche per i prodotti meravigliosi che il territorio offre, vere e proprie primizie umbre. Per un week-end o una visita all’insegna di arte, bei paesaggi, vino e buona cucina: Montefalco è sicuramente la
scelta giusta.

Sophia Schippa

Alcune delle foto provengono dal sito http://regione.umbria.mediagallery.it/

LASCIA UN COMMENTO